Servizio di Carlo Fazzini. Riprese e montaggio di Gian Marco “Evo” Marconi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A San Benedetto siamo ormai alla “Rivolta dei Dehors”. L’Amministrazione da qualche tempo ha pronta una bozza del nuovo regolamento per l’occupazione del suolo pubblico che potrebbe, e non poco, cambiare le carte in tavola per i locali sambenedettesi e i loro gazebo che, in molti casi, rischiano un forte ridimensionamento.

Noi di Riviera Oggi siamo andati in centro a San Benedetto per sentire il polso della situazione direttamente dalla voce dei titolari dei bar.

“La Soprintendenza ha dettato alcuni paletti terribili, rischiamo di non avere più i dehors. La stessa Amministrazione vuole ridurre gli spazi e non si capisce il motivo”. Il nostro giro inizia sentendo il presidente della Confesercenti provinciale Sandro Assenti. Siamo poi andati a fare visita a Erminio Giudici, co-titolare dell’Antico Caffè Soriano di Viale De Gasperi che si chiede “perché l’amministrazione vuole rivedere in peggio le regole per gli esercenti” e lancia pure un appello al sindaco Piunti: “Non fare il forte con i deboli e il debole con i forti” (riferendosi, in questo ultimo caso, alla Soprintendenza n.d.r.).

Un altro aspetto che evidenziano i gestori, se dovesse passare l’attuale bozza, è un calo del volume di affari dei locali che, specie di inverno, rischiano di lavorare meno senza gli spazi “riparati” all’aperto. “Dovremo licenziare del personale” ci dice Manuela Ciccarelli (Gran Caffè Sciarra) che prosegue chiedendo di poter “lavorare tranquillamente, senza l’ansia di dover risolvere sempre problemi”. Molti di loro evidenziano anche gli investimenti fatti per mettere in piedi i gazebo che, in un caso, sono strutture letteralmente storiche: “Il Florian ha i gazebo dal 1902″ ci dice il suo co-proprietario Michele Capillo, “se passa questo regolamento dovremo licenziare due dipendenti”.

 

 

 

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.479 volte, 1 oggi)