SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora intenso, in particolare per rallentamenti in direzione nord, ma scorrevole il traffico sul troncone dell’A14 tra Marche e Abruzzo dopo tre giorni di disagi e code a causa della chiusura verso Pescara tra i caselli di Porto San Giorgio/Fermo e Grottammare a causa dei lavori per il ripristino della galleria ‘Castello’ danneggiata dall’incendio di un tir nei giorni scorsi.

In direzione sud è attivo da ieri sera 26 agosto lo scambio di corsia e si circola a doppio senso di circolazione in carreggiata nord parallelamente al tratto autostradale chiuso.

Una circostanza che, insieme alla diminuzione del traffico per il controesodo, ha via via attenuato i disagi alla viabilità causati nei giorni scorsi anche sulla Statale Adriatica dove si erano registrate lunghissime file per la deviazione del traffico A14.

AGGIORNAMENTO ORE 14  Sull’A14 tra Pedaso e Grottammare verso Pescara, con l’ausilio della safety car, si stanno effettuando blocchi momentanei del traffico per consentire il deflusso delle lunghe code che si sono formate sulla carreggiata opposta a causa di lavori di ripristino della galleria interessata dall’incendio del 23 agosto. Al momento tre chilometri di coda tra Pedaso e Grottammare direzione sud, quattordici chilometri invece tra Giulianova e Pedaso in direzione nord. Rallentamenti anche sulle Statale 16 del Piceno e Fermano.

AGGIORNAMENTO ORE 19.15 Sono 16 i chilometri di coda tra Giulianova e Grottammare, direzione nord. Anche in direzione sud, tra Civitanova e Grottammare, traffico e rallentamenti. Statale 16 compresa lungo la costa Picena e Fermana.

AGGIORNAMENTO ORE 21 Code di 17 chilometri ‘a fisarmonica’ in direzione nord sull’A14 nel tratto tra Grottammare e Porto San Giorgio e, verso sud, uscita obbligatoria ad Ancona sud (ed eventualmente Civitanova Marche), con ritorno in autostrada a Grottammare fino alle 21. Si è fatta nuovamente critica nel pomeriggio la situazione della viabilità tra Marche e Abruzzo per i lavori di ripristino della galleria a Grottammare danneggiata da un incendio due giorni fa. Da ieri sera si viaggiava a doppio senso sulla carreggiata nord. Di fronte alla criticità riscontrate, nel pomeriggio si è riunito presso la Prefettura di Ancona il Comitato Operativo Viabilità (Cov). L’uscita obbligatoria ad Ancona sud si è resa necessaria per liberare la corsia nord, dove il traffico del controesodo è ancora sostenuto, e contestualmente alleggerire la pressione sulla viabilità ordinaria (SS16) e i caselli minori. Impartite disposizioni alle forze di polizia per il presidio delle principali intersezioni, garantita l’assistenza ai viaggiatori


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.