SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fra i grandi protagonisti del Padel “Riviera delle Palme” di San Benedetto, al Circolo Tennis Maggioni il 18 giugno, c’è un campione del Mondo e d’Europa con la Francia nel 1998.

Parliamo di Vincent Candela, esterno storico della Roma, campione d’Italia nel 2001, e anche dell’Udinese.

Riviera Oggi ha incontrato il giocatore e ci ha scambiato qualche pensiero.

Vincent è la prima volta che viene a San Benedetto?

“Sinceramente no, sono venuto altre volte in Riviera ed è sempre un piacere tornarci”.

Allora immaginiamo che è colpito piacevolmente dalla Riviera.

“Esatto, mi piace molto San Benedetto. D’estate, con queste giornate di sole, è una meraviglia. Il lungomare, le spiagge: è una località molto bella, accogliente”.

Parliamo del Padel, uno sport molto in voga a Roma ma ora anche sul nostro territorio.

“E’ vero. A Roma ormai è un’istituzione. E’ bello vedere che anche qui in Riviera sta prendendo piede. E’ piacevole partecipare a questi tornei. Un modo di ritrovare amici, molti ex giocatori. Appena posso, ci gioco molto volentieri.

Parliamo dei Mondiali: Francia vittoriosa a fatica e le altre “big” partite maluccio.

“E’ un Mondiale strano: speriamo che le grandi si sveglino perché altrimenti rischia di risentirne lo spettacolo. Comunque per le prossime partite sono fiducioso, possono tornare ad alzare la voce”.

Qualche tempo fa ti sei ritrovato a festeggiare con i tuoi ex compagni di Nazionale i vent’anni della vittoria del Mondiale 1998.

“E’ stato bello rivedersi, eravamo un grande gruppo e l’abbiamo dimostrato. Emozionante vedere i vecchi compagni. Inoltre nell’amichevole organizzata per l’occasione la mia squadra ha vinto 3 a 2 e ho segnato il gol decisivo. Non potevo celebrare meglio questa importante ricorrenza”.

Un pensiero sulla decisione di Zinedine Zidane di lasciare il Real Madrid dopo tre vittorie in Champions League di fila?

“Un colpo di genio. Zinedine è una persona geniale e intelligente. Sa sempre come comportarsi. Ha deciso, e condivido la decisione, di lasciare il Real Madrid da vincente. Chapeau. Anche perché ora sarà difficile per i ‘blancos’ ripetersi”.

E cosa si augura per la sua Roma in futuro?

“Ha fatto una bella stagione, specialmente in Champions League. Può fare bene anche il prossimo campionato. La sfidante di sempre sarà la Juventus. In Europa può fare bene e acquisire esperienza per arrivare nuovamente in fondo. Lo spero”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.