MONTEFIORE DELL’ASO – Il 20 settembre 1953, a Montefiore dell’Aso, nasceva Renato Curi.

Da calciatore vestì le maglie di Giulianova, Como e Perugia, sino alla scomparsa nell’ottobre 1977 a causa di un malore durante una partita di calcio a Perugia tra i grifoni e la Juventus in serie A. Lo stadio umbro porta, infatti, il suo nome in memoria. A 40 anni di distanza, il suo paese natale decide di ricordarlo attraverso un evento, ideato della Polisportiva Montefiore, con il patrocinio del Comune di Montefiore dell’Aso e del CSEN (Comitato Sportivo Educativo Nazionale) di Ascoli Piceno.

L’appuntamento a Montefiore dell’Aso è fissato per il 9 giugno, alle 18 al Parco De Vecchis. Si terrà un conferenza, presentata da Rinaldo Belleggia, nella quale interverranno i familiari di Renato Curi (i figli Renatino e Sabrina, la moglie Clelia e la sorella Nunziatina), Franco Vannini (compagno di squadra di Curi a Como e Perugia) e Andrea Bacci (autore di Continua a Correre Renato Curi – Bradipolibri editore).

Al termine della conferenza verrà intitolato a Renato Curi il campo da calcio a 5 presente all’interno del parco De Vecchis.

In caso di pioggia, l’evento si svolgerà presso la sala proiezioni del Polo Museale San Francesco.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.