CUPRA MARITTIMAAppuntamento culturale.

Dal 25 al 29 gennaio un bel film al cinema Margherita di Cupra Marittima.

Ella & John di Paolo Virzì, con Helen Mirren, Donald Sutherland, Christian McKay, Janel Moloney, Dana Ivey, Dick Gregory. Il film ha partecipato al Festival di Venezia 2017, dove si è aggiudicato il Leoncino d’oro assegnato da Agiscuola.

Orari: 26 (21.15), 27 (18.30, 21.15), 28 (16, 18.15, 21.15) e 29 (21.15)

Per i Martedì d’Essai il 30 gennaio sarà proiettato Corpo e anima di Ildikò Enyedi Il film ha vinto l’Orso d’oro al Festival di Berlino 2017 ed è candidato come Miglior film straniero agli Oscar 2018.

Ella & John: he Leisure Seeker è il soprannome del vecchio camper con cui Ella e John Spencer andavano in vacanza coi figli negli anni Settanta. Una mattina d’estate, per sfuggire ad un destino di cure mediche che li separerebbe per sempre, la coppia sorprende i figli ormai adulti e invadenti e sale a bordo di quel veicolo anacronistico per scaraventarsi avventurosamente giù per la Old Route 1, destinazione Key West. John è svanito e smemorato ma forte, Ella è acciaccata e fragile ma lucidissima. Il loro sarà un viaggio pieno di sorprese. (www.trovacinema.it)

“Virzì si dimostra invece ad ogni film sempre più in grado di equilibrare (apparentemente senza sforzo) il riso e la commozione, l’ironia e lo sconforto. Questo professore di letteratura che ricorda le studentesse ma dimentica i nomi dei figli ha lampi di tenerezza nello sguardo che si spengono all’improvviso lasciandolo solo e indifeso. Ha al fianco una moglie volitiva che si è fatta carico del suo e del proprio disagio e ha deciso che la loro storia possa concedersi (così come recita il nome del vecchio camper) una ricerca di quel tempo libero che cliniche e case di riposo vorrebbero loro togliere e che già i loro figli hanno iniziato a condizionare. Perché Virzì non dimentica di raccontarci come sia faticoso e anche doloroso divenire, a un certo punto della vita, genitori dei propri genitori. Avere cioè la sensazione che coloro che ti hanno tenuto per mano e ti hanno insegnato a muovere i primi passi nella vita debbano ora dipendere da te per compiere invece i loro ultimi.
Con tutte le apprensioni ma anche le invasioni di campo che ne conseguono. In un’America che sta per dimenticare se stessa e le proprie radici per eleggere un presidente che pretende di farla di nuovo grande a sua immagine e misura, Ella e John vivono un presente in cui l’oblio può trasformarsi in memoria improvvisa e non sempre piacevole. In attesa di sognare i leoni che Hemingway (lo scrittore più amato da John) offriva al Santiago di “Il vecchio e il mare”. Perché, come dice con fervore l’anziano professore, la sua era prosa che si faceva poesia. The Leisure Seeker è cinema che si fa vita.” (Giancarlo Zappoli – Mymovies.it)


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)