NERETO – Nella notte tra il 23 e 24 novembre, a Nereto, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Teramo hanno proceduto all’arresto in flagranza di un cittadino di 22 anni (albanese) per detenzione di sostanze stupefacenti.

A seguito di mirata attività di pedinamento ed appostamento, i finanzieri della Tenenza di Nereto hanno assistito al materiale passaggio di un involucro (risultato poi contenere sostanze stupefacenti) da parte del 22enne favore di un individuo originario e residente in Val Vibrata.

I militari sono intervenuti e hanno identificato i due i soggetti, intenti nello scambio delle sostanze: entrambi sono gravati da precedenti specifici di polizia.

E’ stata anche eseguita, anche con l’ausilio di due unità cinofile della Compagnia di Giulianova, la perquisizione domiciliare nei confronti dello spacciatore: rinvenute cocaina e marijuana, sostanze abilmente occultate all’esterno dei luoghi perquisiti ovvero dentro un vaso nel giardino di pertinenza dell’abitazione e in mezzo a materiali di risulta.

Sono stati rinvenuti due bilancini di precisione, 2790 euro in banconote di vario taglio, un tablet, smartphone e apparecchi cellulari.

L’intero materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro, mentre il responsabile veniva arrestato in attesa di giudizio direttissimo.

L’operazione rientra tra le attività disposte dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Teramo, Col. Paolo Balzano, tese ad intensificare la prevenzione e la repressione dei fenomeni illeciti nella provincia Teramana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 969 volte, 1 oggi)