MONTEFIORE DELL’ASO – Continua riecheggiare la battaglia personale tra il sindaco di Montefiore Lucio Porrà e le amministrazioni provinciali e regionali, in merito alla tanto attesa ricostruzione del ponte sull’Aso, che collega il territorio montefiorano con Rubbianello. Il sindaco promette pubblicamente sui social di far sentire ogni giorno la propria voce in segno di protesta, finché i lavori non saranno iniziati, munendosi di quella che lui definisce una donchisciottesca determinazione.

“E’ sempre un fatidico documento mancante ad ostacolare l’avvio dei lavori – esclama Porrà -. Sono passati quasi 4 anni dal crollo, forse è ora che qualcuno cominci a provare un po’ di vergogna e tiri fuori gli attributi. Era stato promesso che entro i primi di ottobre sarebbero stati inaugurati i lavori ma ruspe non ne vedo, per giunta, nessuno mi sa annunciarmi una data certa. Chiedo perciò al Presidente , agli assessori, ai consiglieri della Regione Marche, ai signori Presidenti delle provincie di Ascoli e Fermo, nonché tutti i consiglieri provinciali, funzionari, dirigenti, come nelle migliori sedute spiritiche: se ci siete battete un colpo! Aspetto un loro intervento. Inoltre da oggi, tutti i giorni, chiederò l’intervento del Prefetto“.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 361 volte, 2 oggi)