SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Operazione contro la criminalità nei giorni scorsi.

In Riviera, i carabinieri della Compagnia di San Benedetto, hanno arrestato in flagranza di reato due romeni di 25 e 32 anni (già conosciuti alle forze dell’ordine) che, presso il centro commerciale di Porto d’Ascoli, dopo aver distratto la commessa di un negozio di telefonia, hanno cercato di rubare un cellulare del valore di 800 euro.

La donna è riuscita in tempo ad allertare la guardia giurata che prontamente ha chiamato il 112.

L’intervento fulmineo dei militari, in servizio perlustrativo in zona, ha consentito di  arrestare i due ladri, attualmente rinchiusi in carcere a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

Da ulteriori accertamenti è risultato che uno di essi, residente nel chietino, era colpito da decreto di espulsione dal territorio nazionale per cinque anni per motivi di pubblica sicurezza emesso nel 2017 dal Prefetto di Chieti ed è stato perciò denunciato per non aver lasciato il territorio nazionale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.011 volte, 1 oggi)