SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ arrivata nella mattinata del due agosto la draga al porto di San Benedetto del Tronto.

Imminente l’inizio dei lavori (lunedì 7 agosto con probabilità) che si svolgeranno nel tempo previsto massimo di 65 giorni.

L’escavo sull’area di ingresso e uscita dallo scalo, già interessata da due interventi nel 2007 e nel 2015, vanificati dalle continue mareggiate, sarà realizzato con la progettazione tecnica, la gestione dei lavori e le risorse economiche interamente messe a disposizione dall’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale.

Arriverà ad una profondità di 4 metri e sarà compiuto con una scrupolosa attenzione per l’ambiente e la qualità delle acque, secondo procedure già applicate nel porto di Ancona, sotto il costante monitoraggio dell’Arpa Marche-Agenzia regionale per la protezione ambientale.

I sedimenti saranno parzialmente sommersi nella vasca di colmata del porto di San Benedetto del Tronto, che diventerà poi un nuovo piazzale portuale, e in mare, a circa 6 miglia dall’area portuale di Ancona, come previsto dal Piano regolatore portuale dell’Adsp.

Il progetto e i dettagli sui lavori saranno illustrati in una conferenza stampa che si svolgerà mercoledì 9 agosto, alle 12, nella sede del Comune di San Benedetto del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)