GROTTAMMARE – L’amministrazione comunale di Grottammare invoca lo stato di calamità per avversità meteo e invita coloro che hanno subito danneggiamenti a comunicarli, affinché vadano ad arricchire la documentazione da inviare alla Regione Marche. La tempesta di vento, pioggia e grandine che nel primo pomeriggio di ieri si è riversata con violenza sul territorio grottammarese, oltre a procurare disagi e allagamenti, ha lasciato dietro di sé un cumulo di danni a cose pubbliche e private non ancora stimabile.

“Ho inviato alla Regione la richiesta per la dichiarazione dello stato di emergenza e di calamità naturale per gli eventi meteorologici di ieri pomeriggio – afferma il sindaco Enrico Piergallini-. Stimare economicamente  i danni è ancora impossibile ma le ferite lasciate sul patrimonio pubblico e privato e soprattutto sulle attività produttive grottammaresi sono evidenti a tutti”.

E’ questa la decisione presa dal sindaco di Grottammare il 26 luglio, a seguito dei sopralluoghi effettuati insieme ai tecnici comunali sul territorio grottammarese sin alle prime ore del giorno, per valutare le conseguenze della fortissima grandinata dopo la gestione della prima fase dell’emergenza.

Particolarmente compromesso appare soprattutto  il settore florovivaistico. Numerosi sono stati i contatti con i vivaisti locali che sin da ieri pomeriggio hanno dovuto affrontare una gravissima situazione mai verificatasi.

“Questa mattina – prosegue il primo cittadino –  ho sentito telefonicamente il vice presidente e assessore all’Agricoltura della Regione, Anna Casini, che ha garantito il supporto della Regione e ha messo a disposizione personale dell’assessorato per verificare la situazione e procedere alla prima stima economica dei danni. Va aggiunto che la richiesta di calamità naturale e dello stato di emergenza è motivata anche dai danni subiti anche dalle attività turistico-ricettive, che dovranno dopo questo dramma tentare di riprendere normalmente la stagione estiva in corso”.

L’amministrazione comunale sta predisponendo un dossier che raccolga nel dettaglio documentazioni fotografiche e stime relative ai danneggiamenti subiti dal patrimonio pubblico e privato. “Per ora – conclude Piergallini –  posso soltanto suggerire a tutti coloro che sono stati danneggiati dagli eventi di ieri di comunicarlo al Comune, aggiungeremo le loro segnalazioni a quelle già raccolte dai nostri tecnici comunali”.

Le segnalazioni vanno comunicate via email, corredate dai propri dati anagrafici, recapito e dalla più ampia documentazione possibile (foto, preventivi), al seguente indirizzo: protocollo@comune.grottammare.ap.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.417 volte, 1 oggi)