ROSETO DEGLI ABRUZZI – Una suggestiva e colorata cerimonia ha dato il via, il 5 giugno, nella città di Roseto degli Abruzzi, alle finali nazionali dei giochi studenteschi di pallavolo. Venti le regioni rappresentate, oltre 700 atleti ai quali bisogna aggiungere gli accompagnatori e gli staff tecnici: cinque giorni di sport che vedranno protagonisti assoluti gli studenti delle scuole superiori.

Molte le autorità presenti, dal sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, al parlamentare Tommaso Ginoble, alla viceprefetto Silvana D’Agostino. al consigliere provinciale delegato alla scuola, Mirko Rossi. Hanno presenziato all’apertura dei giochi anche i rappresentanti istituzionali dei Comuni ospitanti: oltre a Roseto hanno aderito Pineto, Giulianova, Nereto, Bellante, Corropoli e Teramo. Per il Ministero dell’istruzione, promotore dei giochi studenteschi, c’era il coordinatore provinciale, Antonello Passacantando.

“Gioia e speranza, ne avevamo bisogno – ha dichiarato il vicepresidente Mario Nugnes – questo trasmettono i ragazzi che attraverso la competizione testimoniano valori come l’impegno, la condivisione, la collaborazione. Siamo orgogliosi di aver avuto questa felice intuizione nel febbraio scorso quando la Provincia ha avanzato la candidatura al MIUR per ospitare la manifestazione. Grazie alle amministrazioni locali che hanno condiviso con noi questo percorso e l’hanno reso possibile organizzando l’ospitalità e grazie anche ai tanti volontari che stanno dando una mano. Una bella leva anche per la promozione del territorio: in questo momento ci sono centinaia di persone provenienti da tutta Italia che hanno modo di conoscere i nostri luoghi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)