SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla vigilia del congresso del Partito Democratico di San Benedetto, che si svolgerà domenica 2 aprile, riceviamo e pubblichiamo una nota stampa a noi inviata da Luigi Ianni.

Con il presente comunicato siamo con disagio e preoccupazione a testimoniare la preoccupante involuzione subita dalla strada verso un Pd sambendettese rinnovato ed unito intorno ad un progetto di rilancio del Partito stesso e di un’orizzonte comune per il futuro della città.

È con dispiacere e sgomento che siamo stati costretti a prendere atto che gli sforzi messi in campo per raggiungere un quadro unitario per le cariche e per i rispettivi organismi che verranno rinnovati nel congresso locale del Pd, obiettivo unitario che con spirito di servizio avevamo perseguito con l’individuazione di Edward Alfonsi come Segretario Comunale quale primo passo di questo percorso, sono stati vanificati dal rigurgito di vecchie logiche spartitorie finalizzate per una volta ancora alla gestione di piccole porzioni di potere messe al servizio delle aspirazioni personali di alcuni singoli che ieri come oggi si dimostrano più preoccupati dei propri destini di carriera che delle necessità della nostra comunità politica.

Non possono essere state logiche diverse da queste ad aver portato al tradimento di quel progetto unitario che prevedeva un segretario comunale e segretari di circoli unitari e condivisi in favore della riproposizione quali candidature nei circoli di figure che vengono dalla storia recente, quando non addirittura recentissima, fatta di passi falsi e sconfitte del nostro Partito.

Di fronte a questa prospettiva non ci sentiamo di abbandonare quel progetto di rinnovamento e innovazione che i nostri iscritti ci chiedono e che i cittadini si aspettano dal Partito Democratico e pertanto domani procederemo al deposito in ogni circolo di candidature di rinnovamento vero, candidature di militanti distintisi per il proprio impegno e attivismo e mai coinvolti direttamente in posizioni dirigenziali nella storia recente del Pd.

Tali candidature saranno quelle di Daniela Bigossi (per il Circolo Nord), Pier Giorgio Giorgi (per il Circolo Centro) e Ada Pozzi (per il Circolo di Pd’A) e saranno accompagnate da liste per i relativi organismi costruite col medesimo criterio e la stessa Stella Polare: il rinnovamento, la serietà e la rinascita del nostro progetto politico.

Vogliamo offrire agli iscritti e alla città un Partito Democratico veramente nuovo, veramente libero, veramente autonomo. Lo abbiamo fatto per primi noi, avendo il coraggio di chiedere un passo indietro a coloro che erano stati coinvolti nella recente gestione del Pd e che con spirito di servizio hanno abbracciato questa prospettiva, lo faremo se sarà necessario confrontandoci a viso aperto con chi invece ritiene che tanta altra parte di quei dirigenti corresponsabili delle recenti sconfitte vadano addirittura premiati con incarichi dirigenziali per il prossimo futuro.

Abbiamo in mente da sempre un Pd diverso. Un Partito Democratico, ma democratico per davvero. Un Partito che faremo con i cittaini e per i cittadini, a cominciare da domani.

 

(Letto 968 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 968 volte, 1 oggi)