SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Chi è oggi il Comandante della Polizia Locale?” A farsi la domanda è il Consigliere Giorgio De Vecchis che divulga il documento con cui, lo scorso 8 febbraio, veniva comunicato a Roberto De Berardinis la modifica del decreto del Sindaco che lo aveva nominato Comandante dei Vigili. (CLICCA QUI) Il dirigente infatti era risultato inidoneo al ruolo dopo le visite mediche, anche se sulla questione si è a lungo dibattuto anche a livello politico(CLICCA QUI), e lo stesso atto che mostra De Vecchis nominava ad interim al vertice della Polizia Locale Giuseppe Coccia.

“Il procedimento, come si legge dagli atti, doveva durare 30 giorni e sono ampiamente passati” tuona il Consigliere ” e ad oggi non c’è stata né la modifica del decreto che nominò De Berardinis, né una nuova nomina” prosegue il politico che poi arriva a ipotizzare: “Non è che si sta traccheggiando per evitare la nomina di quello che sarebbe il settimo dirigente del Comune?”

De Vecchis si riferisce evidentemente, e provocatoriamente, alla riorganizzazione degli uffici comunali, con Piunti che ha a lungo battuto sul fatto che, con il riassetto, il Comune avrebbe avuto meno dirigenti rispetto al passato. “Se contiamo anche il dirigente all’Urbanistica, con una nuova nomina Piunti avrebbe nominato sette dirigenti come Gaspari” e ancora: “Dopo nove mesi sarà partorita questa riorganizzazione?”

La situazione, dunque, sembrerebbe particolare. Visto che i 30 giorni in cui il procedimento doveva perfezionarsi sono trascorsi, e senza modifiche né una nuova nomina, c’è la necessita di chiarire la situazione. Giorgio De Vecchis infatti chiude laconicamente: “Ad oggi rimarrebbe in piedi il decreto che nomina De Berardinis, ma De Berardinis non può fare il comandante dei vigili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 653 volte, 1 oggi)