SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Potrebbe essere una bassa stagione invece proiettata ai massimi livelli in fatto di presenze di stelle del calcio italiano. Per ora non trapelano nomi ufficiali ma è certo che vi sia un interesse a portare a San Benedetto calciatori della Serie A di alto livello, nonché allenatori e dirigenti delle società italiane, senza dimenticare anche eventuali allenatori italiani che si trovano nei tornei esteri.

Parliamo ad esempio di Antonio Conte, attuale mister del Chelsea, lanciato verso la vittoria della Premier League inglese e già allenatore di Juventus e Nazionale. Proprio qualche anno fa Conte, fresco reduce dalla vittoria del suo primo scudetto con la Juventus, venne già a San Benedetto in vacanza scatenando un inaspettato interesse non solo in zona ma anche sulla stampa nazionale specializzata e sui social network, con centinaia di migliaia di letture e condivisioni degli articoli. Fu forse l’esempio più eclatante anche se in questi ultimi anni non sono mancate le visite a San Benedetto di star del calcio ma non solo, almeno quando la Beach Arena riusciva ad essere sede di esibizioni sportive di alto livello (e sarebbe il caso che la struttura posta sulla spiaggia sambenedettese torni ad essere funzionale il più possibile).

L’idea, alla quale stanno collaborando Amministrazione Comunale e Assoalbergatori, è semplice (oseremmo dire banale, senza intenderlo negativamente) e soprattutto a costo zero. Si cercherà di avere un rientro di immagine ospitando i nomi noti del calcio nazionale nel mese di giugno, periodo in cui le cronache calcistiche latitano di notizie a causa della fine dei campionati e delle coppe europee e dell’attesa per l’avvio dei ritiri pre-campionato della nuova stagione. Soprattutto nelle annate in cui non si giocano i Mondiali o gli Europei.

Dunque nella prima metà di giugno, quindi in bassa stagione, si cercherà di avere per ospiti calciatori o allenatori con le loro famiglie con i bambini, mentre nella seconda metà il target a cui si sta puntando è quello dei calciatori più giovani che possano apprezzare maggiormente la vita notturna dei locali della Riviera.

L’obiettivo è quello di coinvolgere la stampa sportiva nazionale in articoli riguardante le vacanze degli idoli del calcio oltre che a rimandare il nome di San Benedetto nelle pagine social seguite da centinaia di migliaia di appassionati, in maniera continuata per tutto il mese di avvio della stagione estiva. Se poi con l’arrivo dei calciatori e dei dirigenti saranno organizzati eventi particolari, questo non è ancora dato saperlo.

Si cercherà, insomma, di creare quell’attrattiva che a Cervia o Milano Marittima si è vista con la presenza di Vieri (che sta organizzando un torneo di footvolley) e dei fratelli Inzaghi. Considerando che nell’estate 2017 potrebbero esservi finalmente delle amichevoli importanti allo stadio Riviera delle Palme dopo anni di parziale inagibilità (la famiglia Fedeli sogna il Bayern Monaco per il gemellaggio tra le due tifoserie, anche se sembra molto difficile), ecco che il calcio potrebbe essere un piccolo aiuto per una stagione che si prospetta, per altri versi, complicata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.909 volte, 2 oggi)