SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Come anticipato a varie tv nella giornata di ieri, in queste ore Paolo D’Erasmo, presidente della provincia di Ascoli, dovrebbe indire una riunione di coordinamento con i sindaci di tutti e 33 i comuni del territorio. L’obiettivo è quello di coordinarsi per fornire aiuto. A breve e a lungo termine. In questo senso e in preparazione del “briefing”, Pasqualino Piunti, raggiunto da noi al telefono, sta “raccogliendo le disponibilità dei sambenedettesi”.

“Tanti gli imprenditori che si sono detti disposti a fornire attrezzature come ad esempio cucine da campo” è il caso ad esempio di un privato messo in contatto con la Croce Verde che “ha donato un generatore di elettricità da utilizzare nelle roulotte di Arquata” spiega il Sindaco. Ma i sambenedettesi sembrano guardare anche più in là, all’accoglienza dopo l’emergenza e allora alla riunione probabilmente il primo cittadino porterà anche la voce “dei molti che hanno messo a disposizione le loro case sfitte”. Niente per ora invece dal settore alberghiero, complici sicuramente le prenotazioni e una stagione estiva ancora nel vivo, un loro coinvolgimento però non è escluso fra qualche tempo.

Il primo cittadino nel frattempo dirama una nota in cui elogia la generosità dei tanti che hanno donato cibo e beni di prima necessità in questi giorni e loda anche i volontari che “con impegno, dedizione, serietà e sacrificio hanno messo ordine nel mare di oggetti che sono stati donati. Un patrimonio di umanità che spero non vada disperso e che spero si possa consolidare oltre la tragedia” chiude Piunti.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.117 volte, 1 oggi)