SAN BENEDETTO DEL TRONTO- “Viale dello Sport di notte diventa una vera e propria pista da corsa”, questo sostanzialmente il contenuto della protesta/segnalazione pervenuta sulla scrivania del Sindaco da parte dei residenti dello stesso “vialone” che collega San Benedetto a Porto d’Ascoli. I cittadini si lamentano dell’alta velocità, specialmente di notte, con cui le auto e i ciclomotori percorrono il tratto di strada.

Gli stessi segnalano inoltre altre criticità riguardanti la viabilità che, a loro dire, affliggono la zona. Il pontino di collegamento fra il Viale e Via Sgambati innanzitutto, “che molte persone attraversano pericolosamente a piedi e che potrebbe essere allargato e reso anche pedonale”. Inoltre i residenti lamentano la pericolosità della stessa Via Sgambati anch’essa afflitta dallo stesso problema della sua parallela, ovvero le alte velocità di percorrenza. Sul tratto qualche anno fa, rammentano i cittadini, anche una tragedia che vide la tragica morte di un ciclista, “per questo motivo potrebbero essere installati dei dissuasori di velocità” concludono gli stessi.

La risposta dell’Ufficio del Sindaco è arrivata per bocca del neo capo dello staff di Piunti, quel Luigi Cava che ha assicurato che “le istanze proposte saranno valutate nelle imminenti riunioni sulla viabilità che sono in agenda da parte dell’amministrazione”. Si attendono quindi novità in merito.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 514 volte, 1 oggi)