MARTINSICURO – 10 banchi per la vendita diretta del pescato all’interno dell’approdo per la piccola pesca di Martinsicuro.

E’ l’oggetto del nuovo bando pubblicato sul sito del Comune. Le domande sono riservate agli operatori della piccola pesca costituiti, operanti e residenti nel Comune di Martinsicuro in possesso di requisiti soggettivi, morali e professionali e questo sarà utile al rispetto delle regole non solo tecniche bensì regole alimentari e sanitarie che al momento non sono conformi.

“Questo è l’ultimo passo di questa amministrazione – le parole dell’assessore al Demanio, Massimo Corsi – che ha stravolto completamente la gestione e l’utilizzo dell’area, che fin dal 2012 era allo stato “naturale” per evitare altri aggettivi. Oggi possiamo informare la cittadinanza che questa amministrazione ha affittato in totale 16 box per la pesca a 360 euro annui cadauno, 3 box adibiti all’uso di ufficio per Associazioni di categoria per la ricerca e sviluppo della pesca a 600 euro anni cadauno, un EcoMuseo, ed infine la Pescheria con 10 postazioni che saranno gratis per gli assegnatari a parte le utenze.

Inoltre si è fatto anche un bando per l’assegnazione temporaneo di barche per la pesca sportiva che dovranno pagare un importo di circa 100 euro fino a Dicembre 2016 (ad oggi 24 assegazioni) per un totale di 2400 euro.

La somma totale che l’ente incasserà nel 2016 sarà di euro 9.960 che sarà poi distribuita per spese di attrezzatura all’interno dell’Approdo.

Concludo affermando che mai si è lavorato con così grande attenzione per la fruibilità della zona portuale. Ora mancano le Grandi Opere, come la famosa scogliera, tali opere dipendono solo dalla forza economica degli uffici sovracomunali, in primis la Regione che viene sollecitata quotidianamente da parte nostra e che speriamo siano intercettate a breve.”

SCARICA IL BANDO QUI

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 388 volte, 1 oggi)