SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ricordate la pubblicità del detersivo Dash negli anni ’80? Ecco, la situazione del candidato sindaco alle elezioni sambenedettesi Massimiliano Castagna non è equiparabile al “meglio uno buono che due cattivi”, ma siamo alle porte scorrevoli: mentre Fratelli d’Italia ha deciso di abbandonare la pista che porta alla candidatura del commercialista, il Partito Repubblicano va a ricomporre un duo di appoggio, con l’altra gamba che appartiene alla Lega Nord, partito che martedì sera ha confermato la sua fiducia a Castagna.

Lo conferma Michele Bagalini: “Porteremo con noi il simbolo Pri-Alleanza Liberaldemocratica. Ravvediamo in lui una persona professionalmente valida, corretta, capace e vicina alle nostre idee liberaldemocratiche, tanto che i suoi inizi sono stati vicini al Partito Repubblicano”.

I Repubblicani inizialmente avevano appoggiato la candidatura civica di Giorgio De Vecchis, “poi ci hanno escluso perché non volevano simboli di partiti. Noi non rinunciamo alla nostra storia. L’obiettivo è arrivare in consiglio comunale ma non si esclude la possibilità del ballottaggio considerando che la Lega l’anno scorso alle regionali si è attestata a circa il 12%”. Bagalini spiega che l’accordo con Castagna è arrivato subito dopo l’abbandono di Fratelli d’Italia: “Lo abbiamo chiamato dopo pochi minuti. Mio figlio Nicolò ha incontrato a Roma i vertici nazionali del Pri e della Lega, forti dell’appoggio dei responsabili regionali dei due partiti”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.842 volte, 1 oggi)