Da Riviera Oggi n. 1069, in edicola lunedì 4 aprile

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La storia della Diavoli Verde Rosa inizia nel 1964, quando Lino Laghi e Rosa Bovara decidono di dare vita alla società di pattinaggio corsa Diavoli Rosso Blu: “Erano i miei genitori a occuparsi di tutto – spiega la attuale Presidente Anna Maria Laghi – mio padre curava gli allenamenti, mentre mia madre cuciva le maglie e le divise”. L’attività di pattinaggio corsa ha portato diversi titoli italiani individuali e un secondo posto nel Campionato italiano a squadre e ha fatto sì che la Diavoli Rosso Blu diventasse un vero e proprio punto di riferimento nell’ambiente: “Molti atleti venivano da fuori – continua Anna Maria Laghi – con alcuni di loro siamo addirittura rimasti in contatto. E’ stata una bella esperienza, ma ad un certo punto mio padre si è stancato e l’avventura con il pattinaggio corsa è terminata”.

Perdere tutta la tradizione sportiva sino ad allora consolidata sarebbe stato un peccato e così, circa alla metà degli anni Ottanta, si è deciso di proseguire con il pattinaggio artistico a rotelle. “All’inizio a seguirci era un’allenatrice di San Benedetto, ma ci avvalevamo anche delle consulenze di una società di Bologna – spiega la Presidente – poi abbiamo avuto come tecnici anche Leonardo Lienard e Nadia Loggi”. Il 1989 è l’anno della scissione dalla Diavoli Rosso Blu – che ora svolge la propria attività a Grottammare – e della nascita effettiva della Diavoli Verde Rosa: “Abbiamo ricominciato dai più piccoli e alla guida tecnica abbiamo messo Ivan Bovara, ex atleta e allievo di Lienard e della Loggi”. Ivan Bovara è il vero tuttofare della Diavoli Verde Rosa, poiché si occupa di tutti i gruppi – principianti, pre-agonisti, agonisti e freestyle – aiutato da Martina Foschi per i bambini alle prime armi, dalla pluricampionessa mondiale Laura Marzocchini per le coppie e di tanto in tanto da Alessandro Fratalocchi.

Proprio Alessandro Fratalocchi ha regalato alla Diavoli Verde Rosa il risultato più importante nella sua storia di società di pattinaggio artistico a rotelle, ossia la vittoria del Campionato europeo nella specialità coppia artistico insieme ad Arianna Di Damiano. Da poco Alessandro Fratalocchi ha ripreso ad allenarsi e parteciperà ai Campionati italiani sia individualmente che in coppia con la giovane Gaia Calisti. La prima uscita ufficiale di Alessandro Fratalocchi e Gaia Calisti avverrà tuttavia il 24 aprile al Trofeo Internazionale Barbieri, che rappresenterà lo scenario anche della prima gara della coppia formata da Kevin Bovara e Matilde Matteucci. Kevin Bovara è al suo primo anno della categoria Allievi, ma ha già conquistato diversi titoli regionali e italiani nel singolo e in coppia con Alba Marconi e punta a raggiungere ulteriori traguardi. Merita inoltre una menzione il titolo italiano conquistato da Edoardo De Renzis.

Oltre ai principianti, ai pre-agonisti, agli agonisti e ai pattinatori freestyle – specialità praticata con i pattini in linea – la Diavoli Verde Rosa si avvale anche di un gruppo di adulti, di cui va molto orgogliosa. Il corso si svolge due volte a settimana, è aperto a tutti – sia persone che hanno smesso di pattinare sia coloro che si approcciano per la prima volta a questo sport – e consiste per lo più in passi di coreografia, ai quali viene data la priorità rispetto alle difficoltà tecniche, tanto che si potrebbe parlare di pattinaggio-fitness.

Non mancano le iniziative nel panorama della Diavoli Verde Rosa, prima fra tutte il Festival internazionale di pattinaggio artistico a rotelle, vero fiore all’occhiello della società rivierasca. Nel 2016 il Festival ha visto la partecipazione di vere e proprie stelle del pattinaggio artistico a rotelle mondiale: i Campioni del Mondo 2015 di coppia danza Elena Leoni e Alessandro Spigai (anche pluricampione del Mondo di solo dance), il Campione europeo e Vicecampione mondiale Pierluca Tocco, la coppia artistico Campione d’Europa e Vicecampione del Mondo composta da Chiara Aggio e Francesco Torre, la pluricampionessa mondiale di coppia artistico Laura Marzocchini (che si è esibita in un numero di danza aerea su tessuto), i Campioni europei e Vicecampioni mondiali di freestyle Nicolas Quiriconi e Andrea Rotunno.

La Diavoli Verde Rosa organizza inoltre ormai tradizionalmente i Campionati provinciali e regionali, nonché altri trofei: “A settembre si svolge il Trofeo Nonna Papera, che è riservato ai nostri pre-agonisti e che coinvolge anche le mamme in una gara di pasticceria – dice Anna Maria Laghi – vince chi prepara la torta migliore. Per quest’anno poi stiamo pensando ad un altro trofeo aperto anche ai pre-agonisti di altre società”. Altro importante appuntamento del 2016 è il Campionato mondiale di pattinaggio artistico a rotelle, che si svolgerà a Novara dal 29 settembre all’8 ottobre e per il quale la Diavoli Verde Rosa organizzerà un pullman.

Nonostante l’Italia sia la nazione leader in questo sport, esso fatica a trovare lo spazio e la visibilità che meriterebbe: “Il nostro problema è che non partecipiamo alle Olimpiadi – conclude la Presidente – spero che nel 2024 i Giochi vengano assegnati a Roma e che il pattinaggio a rotelle venga inserito nel calendario olimpico, perché di iscritti ce ne sono tanti. A mancare sono i soldi”. Ed è l’augurio di tutti gli appassionati di tale disciplina.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 312 volte, 1 oggi)