SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lunedì 23 novembre la ditta Simeone Nicola di Poggio Imperiale aprirà il cantiere per la realizzazione di una condotta per le acque bianche lungo via Val Tiberina. L’opera convoglierà le acque meteoriche in una grande vasca che sarà costruita in prossimità dell’incrocio con la Statale 16 da dove poi verranno pompate, con una capacità massima di mile litri al secondo, nel fosso collettore per finire poi in mare.

I lavori sono finanziati dalla CIIP nell’ambito della programmazione dell’ATO 5, hanno un valore di circa 650 mila euro con una compartecipazione del Comune che ha eseguito la progettazione e dirigerà i lavori, e saranno ultimati in 375 giorni.

Il cantiere si muoverà man mano che la condotta sarà posata e apposita segnaletica regolerà il traffico lungo l’importante arteria del quartiere Agraria.

“E’ un lavoro di portata storica, al pari di quelli che si svolgono in altre aree della città come piazza San Giovanni Battista o a Ragnola – dice il consigliere comunale Gianluca Pasqualini che vive nella zona e ha seguito l’intero iter – ci auguriamo che possano trovarsi le risorse per realizzare l’ulteriore stralcio, già previsto, per sistemare la rete fognaria anche lungo via Pasubio a sud del nuovo sottopassaggio”.

“L’intesa che si è costituita in questi anni tra CIIP e Comune – aggiunge il presidente CIIP Pino Alati al termine dell’ennesimo summit in Comune per fare un punto sull’andamento di tutti i lavori in città – ha permesso di portare a casa risultati importantissimi, epocali per questo territorio. Quando questo complesso di opere sarà terminato, San Benedetto sarà una città, da questo punto di vista, molto più sicura”.

“Gli interventi sulla rete fognaria che si sono conclusi, che si stanno realizzando o che sono in via di partenza sul territorio comunale – aggiunge  il sindaco Giovanni Gaspari – sono tessere di un mosaico di cui si comincia a vedere la fisionomia complessiva e che descrive gli enormi passi in avanti compiuti in questi anni, dopo che per decenni questo aspetto della qualità urbana era stato trascurato. Le risorse stanziate dall’ATO 5 e destinate alla città di San Benedetto in questi ultimi anni ammontano a svariati milioni e i risultati cominciano a vedersi. Non va dimenticato che, in questo settore, gli interventi più grandi si sono sviluppati in parallelo con quelli destinati a fronteggiare le emergenze puntuali, più piccoli ma non meno importanti. Consegniamo così alla nuova Amministrazione il testimone di un grande lavoro di recupero del tempo perduto, ma la costanza degli investimenti sulla rete fognaria è elemento essenziale per assicurarne l’efficienza. Sono certo che chi verrà dopo di noi continuerà a dedicare a questo tema la nostra stessa attenzione. La prossima settimana – aggiunge il Sindaco – mi incontrerò con la ditta che deve ultimare i lavori per la condotta di piazza San Giovanni per pianificare gli ultimi interventi da illustrare opportunamente alla città. Le opere saranno eseguite subito dopo le feste di Natale e contiamo che possano essere ultimate entro poche settimane”.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)