GROTTAMMARE -. Menzione speciale per il grottammarese Mario Petrelli. Dopo il recente risultato al premio letterario Varano, Petrelli si distingue anche nella narrazione e conquista la segnalazione al Premio letterario nazionale “Poesia onesta 2015” per il migliore racconto comico nella sezione “Racconto breve in dialetto”.

Cultore delle tradizioni locali, Petrelli è risultato un abile interprete ed espositore dei suoi studi appassionati. Il racconto presentato al Premio nazionale di Agugliano (AN) si intitola “Maaaa…stinghe qua. Che vù?” ed è ambientato nel corso dei preparativi del Cristo Morto (storica processione cittadina che ricorre ogni tre anni) e legge in chiave comica le preoccupazioni di una mamma nei confronti della giovane figlia in procinto di sfilare in processione.

Il premio letterario “Poesia onesta” è organizzato dall’associazione culturale Versante, realtà che  nasce nel 2011 dalla naturale evoluzione di un gruppo culturale composto da persone animate dalla volontà di diffondere la passione e la conoscenza della scrittura poetica e in prosa.

Un gruppo di studiosi della lingua e della narrazione è chiamato a formare la giuria, composta per questa decima edizione da: Alfio Albani (filologo e dantista), Sanzio Balducci (Università Carlo Bo di Urbino), Liliana Biondi (Università de L’Aquila), Fabio Ciceroni (saggista e critico letterario), Manuel Cohen (scrittore e critico letterario), Costanza Geddes (Università di Macerata), Tiziana Mattioli (Università di Urbino), Gastone Mosci (Università di Urbino), Mario Narducci (Presidente Istituto Abruzzesistica e dialettologia), Giuseppe Polimeni (Universtà di Pavia), Marzio Porro (Università statale di milano), Piera Tomasoni (Università di Cremona).

La premiazione avverrà sabato 3 ottobre nella Biblioteca Francescana di Falconara Marittima, alle ore 17.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)