SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto del Tronto è la prima Pubblica Amministrazione in Italia a venire ammessa a partecipare al “Routing Resilience Manifesto”, iniziativa di livello mondiale promossa dalla “Internet Society” per garantire una rete più sicura a livello mondiale.

Si tratta dell’ennesimo importante riconoscimento ottenuto dal servizio Sistemi informativi che solo lo scorso maggio è diventato partner di un altro progetto mondiale denominato Yeti, a servizio della ricerca sui server per la risoluzione dei nomi in Internet.

“La sottoscrizione del documento Mutually Agreed Norms for Routing Security (MANRS) – dichiara Antonio Prado, capo dell’ufficio Architetture di rete e sistemi – è subordinata al rispetto di una serie di raccomandazioni e buone pratiche che noi operatori di rete dobbiamo applicare nelle infrastrutture che gestiamo. Non solo tecnologia, dunque – conclude Prado – ma collaborazione: il fondamento di Internet per garantire il corretto, stabile e sicuro funzionamento della rete”.

Ulteriori approfondimenti su questa e altre attività del servizio possono essere rintracciati sul sito del sistema autonomo del Comune http://as59715.net.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 459 volte, 1 oggi)