GROTTAMMARE – La Protezione civile regionale ha avviato la ricognizione dei danni causati dagli eventi meteorologici avversi dei giorni 5 e 6 marzo scorsi, quando sulla costa si abbattè una tempesta eccezionale di vento e pioggia. Entro il 5 settembre, vanno segnalati al Comune, con le relative quantificazioni, i danneggiamenti subiti dal patrimonio edilizio privato e dalle attività economiche e produttive.

Le comunicazioni vanno fatte utilizzando due schede differenti: una per le segnalazioni relative al patrimonio edilizio privato, l’altra per quelle riguardanti le attività economiche e produttive. Entrambe sono disponibili presso l’URP (piano terra palazzo municipale), oppure  su internet, nella sezione “Avvisi pubblici” del sito www.comune.grottammare.ap.it, e nella sezione “Emergenze-gestioni regionali e commissario delegato” del sito www.protezionecivile.regione.marche.it.

Per quanto riguarda la misurazione economica dei danni da indicare nelle segnalazioni, trattandosi di una prima fase ricognitoria, le valutazioni potranno avvenire in maniera sommaria (ad esempio con fatture e preventivi di spesa, indagini di mercato, etc). Solo successivamente, nel caso di accesso all’eventuale contributo, le quantificazioni dovranno essere confermate con una perizia dalla quale risulti il nesso di causalità tra il danno accertato e l’evento per un importo non superiore a quello stimato a grandi linee.

I moduli possono essere consegnati all’Urp,  inviati per posta elettronica certificata o per posta elettronica ordinaria all’indirizzo dell’ufficio protocollo con allegato un documento di identità del sottoscrittore, o inviati per posta tradizionale alla sede comunale (via Marconi, 50). In quest’ultimo caso, però, non farà fede la data di spedizione postale. Ulteriori informazioni  presso l’Urp, Pasqualino Luzi, 0735 739244.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)