SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Ci dissociamo totalmente dal voto favorevole al Bilancio di Previsione di Marco Calvaresi e lasciamo a lui tutte le responsabilità politiche e morali del suo gesto”. A dirlo è Gianluigi Scaltritti, promotore del progetto de “L’Albero”, dopo il faccia a faccia avuto con il Presidente del Consiglio Comunale nella serata di lunedì.

L’ex onorevole ribadisce che l’associazione nasce in contrapposizione a questa amministrazione, ma precisa che Calvaresi non è soggetto ad alcun vincolo: “Ci ha messo a disposizione delle persone da inserire eventualmente nelle liste, decideranno loro. Noi siamo alternativi al centrosinistra e ci opponiamo ai giochi di potere di questa maggioranza. Calvaresi non è il candidato sindaco dell’Albero, se la sua gente continuerà a lavorare seguendo lo spirito della nostra realtà non vedo il problema. Non c’è stata una rottura, semplicemente un giudizio chiaro da parte nostra”.

Il Presidente ha detto di aver preso la decisione di approvare il documento finanziario sul momento, anche se lui stesso aveva affermato di essersi consultato precedentemente con i referenti del Nuovo Polo. “L’Albero resterà compatto – puntualizza Scaltritti – il nostro scopo è costruire una forza unita per il 2016. Le persone e le posizioni sono tante, più o meno rigide, ci sono confronti e discussioni, ma ci interessa l’obiettivo. Non consentiamo che si perda tempo in liti. Abbiamo ripetuto che non siamo d’accordo con il sì al Bilancio, è una questione di chiarezza”.

CALVARESI: “CI TIRIAMO FUORI” Alle 12 di martedì, Calvaresi si è tirato definitivamente fuori dal progetto: “Il Nuovo Polo è fuori dall’Albero. Ai suoi rappresentanti auguriamo buona fortuna”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 965 volte, 1 oggi)