GROTTAMMARE – Un numero, 25 milioni di euro: quelli necessari per la realizzazione della “grande opera” A.n.i.m.a. a Grottammare. Un risultato: il via libera definitivo da parte del Tar Marche. Due obiettivi: individuare l’impresa che realizzerà l’opera dell’architetto Bernard Tschumi e individuare il modello di gestione della stessa.

Sono queste le informazioni diffuse dalla Fondazione Carisap di Ascoli Piceno, che finanzierà A.n.i.m.a., e il Comune di Grottammare. L’avvio dei lavori, dopo l’Invito a manifestare interesse per la realizzazione dell’opera, risalente a gennaio 2014, torna quindi attuale e presto sarà riaperta la procedura che individuerà l’appaltatore a cui affidare i lavori. Si procederà pertanto, immediatamente, ad organizzare la documentazione di dettaglio utile per la definizione di proposte economiche da presentare alla Fondazione da parte delle imprese del territorio che hanno superato la prima fase della selezione.

Soprattutto, la Fondazione ed il Comune di Grottammare proseguono il percorso di definizione del modello di gestione di A.n.i.m.a.
Dopo la firma della Convenzione con la quale il 23 dicembre 2014 il Presidente Marini Marini e il sindaco Piergallini hanno sancito i
presupposti del rapporto tra Fondazione e Comune per la gestione di A.n.i.m.a., ora si tratta di procedere sulla strada della condivisione con i principali attori del territorio.

L’obiettivo è quello di condividere, strutturare e rendere operativo quanto la comunità di Grottammare ha deciso già nel novembre 2010, al termine del percorso decisionale e partecipativo, Periferie al Centro, che ha portato alla scelta del nome A.n.i.m.a.: Arti, Nature, Idee, Musiche, Azioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.280 volte, 1 oggi)