CIVITANOVA MARCHE – Gli uomini dell’antiterrorismo della Polizia di Cagliari hanno compiuto un’operazione che ha scoperto un’organizzazione criminale che predicava, in Italia, la lotta armata contro l’occidente e organizzava attentati contro il Pakistan.

Il blitz ha coinvolto sette province e ha portato all’arresto di 18 persone. Due pachistani sono arrestati a Civitanova Marche. Erano da poco tempo giunti dalla Sardegna. Sono indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

L’inchiesta è partita dopo alcune indagini effettuate su un network terroristico affiliato ad Al Qaeda. Decisive molte intercettazioni. Sequestrati vari telefonini e schede Sim. L’ingresso nel territorio nazionale da parte degli immigrati avveniva attraverso imprenditori compiacenti che fornivano falsi contratti di lavoro. In altri casi l’organizzazione forniva documenti falsi da cui i migranti risultavano vittime di persecuzioni etniche o religiose. Erano forniti supporti logistici e finanziari ai migranti e istruzioni sulle dichiarazioni da rendere per ottenere l’asilo politico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 758 volte, 1 oggi)