SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con la manifestazione dell’11 gennaio la città di San Benedetto del Tronto e il territorio contiguo avevano chiesto massivamente due impegni alla Regione Marche per evitare la realizzazione dell’impianto per lo stoccaggio del gas.

Qualche giorno fa Ambiente e Salute nel Piceno ha saputo che la Regione Marche ha depositato presso la Corte Costituzionale il ricorso contro la cosiddetta legge Sblocca Italia.

“Poiché altre sei Regioni hanno adito la Corte Costituzionale, uno degli obiettivi previsti è così raggiunto. L’altro obiettivo che ponemmo era quello che la Regione Marche avviasse la procedura di revisione della V.I.A. Regionale alla luce dello studio di Microzonazione Sismica” affermano i membri dell’associazione.

Il 2 marzo una delegazione di Ambiente e Salute nel Piceno, accompagnata dal presidente della Confesercenti Turismo di San Benedetto Sandro Assenti, con il supporto del Geologo Giovanni Marrone e dei Comitati in Rete Marchigiani, insieme al Consigliere Comunale del Comune di San Benedetto Andrea Marinucci, al sindaco del Comune di Monteprandone Stefano Stracci, all’assessore all’ambiente del Comune di Grottammare Daniele Mariani e al Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Paolo d’Erasmo, ha incontrato le Massime Autorità della Regione sia amministrative sia tecniche.

Gli interlocutori erano il Vice Presidente Antonio Canzian, il Segretario Generale Elisa Moroni, l’assessore all’ambiente Maura Malaspina, il Geologo David Piccinini e l’architetto Velia Cremonesi.

Nel corso del colloquio le domande dell’associazione sembrano essere state recepite e si attende la formalizzazione di quanto richiesto.

“Il risultato odierno è necessario per unire il territorio regionale e affrontare eventuali sopraffazioni ministeriali ed è il frutto dell’unità e della compattezza raggiunte dalla città e dal territorio. I risultati conseguiti ci incoraggiano a proseguire con più forza e determinazione e ad affermare che un territorio unito sa affrontare qualsiasi problema. Ci sia consentito un piccolo ringraziamento al geologo Giovanni Marrone e al professore Enzo di Salvatore per la parte tecnica, ai comitati marchigiani per la loro solidarietà, all’attivismo consapevole degli operatori turistici, al Consigliere Regionale Adriano Cardogna, al Vice Presidente Canzian e agli altri Consiglieri che in Consiglio Regionale hanno deliberato a favore del ricorso contro lo Sblocca Italia. Organizzeremo molto presto un incontro in cui riassumeremo l’esito di tutte le questioni” concludono i membri di Ambiente e Salute nel Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 381 volte, 1 oggi)