SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Insieme per vincere la sfida del turismo, e non solo. L’Assoalbergatori Riviera delle Palme e Itb Italia hanno stretto un accordo di collaborazione per affrontare assieme le problematiche sia del mondo degli hotel sambenedettesi che quelle degli stabilimenti balneari. Una connessione che risulta quasi naturale dovuta al fatto che quasi la metà delle strutture balneari sono di proprietà o comunque hanno una stretta connessione con gli alberghi.

“Questa è una collaborazione tra privati – spiega Pietro Canducci, vicepresidente dell’Assoalbergatori – Da parte nostra è il riconoscimento dell’azione dell’Itb Italia e del presidente Giuseppe Ricci per quanto hanno fatto in questi anni per il settore balneare, a partire dalla lotta contro la direttiva Bolkestein che attacca tutte le aziende balneari e anche molti alberghi, di rimando”.

“Itb Italia sarà dunque parte coinvolta dalla nostra associazione, fornirà tutte quelle conoscenze anche giuridiche acquisite e consentirà una rapida divulgazione anche fra i nostri associati, in modo da consentire la massima condivisione – continua Canducci – Non possiamo continuare a bistrattare categorie economiche che non possono più essere separate, perché solo uniti non si muore”.

Paolo Parmegiani, albergatore e componente del direttivo, aggiunge: “Diamo un messaggio forte per risolvere innanzitutto una priorità, che è quella della direttiva Bolkestein; quindi gli albergatori sostengono questa battaglia al fianco e assieme all’Itb. Non viviamo di rendita ma del nostro lavoro e non possiamo consentire che le nostre aziende, per le quali abbiamo dedicato anni di passione, vengano scippate”. Tra le iniziative possibili anche in funzione di questa collaborazione “che non preclude i rapporti con nessuno ma anzi è uno stimolo a coinvolgere tutta la città. Ad esempio stiamo pensando ad istituire un laboratorio del turismo, dando la possibilità a tutta la cittadinanza di fornire idee e soluzioni, a partire dai giovanissimi delle scuole. Insieme ai concessionari dobbiamo iniziare a lavorare strettamente anche per quel che riguarda ad esempio il ‘piano antipioggia’, perché i nostri clienti devono avere alternative al sole e al mare in caso di maltempo, e purtroppo non siamo pronti. E insieme occorre ragionare per trovare l’evento caratteristico dell’estate”.

Giuseppe Ricci, dal suo canto, afferma che “continuiamo nel piacevole solco indicato dall’ex presidente dell’Assoalbergatori Gaetano Sorge, e in questo modo ancor più a stretto contatto. Usufruiremo, quando occorrerà, della sede dell’Assoalbergatori e dialogheremo per tutte le iniziative utili a riportare la nostra città ai massimi livelli del turismo nazionale, cosa che, da quando la politica ha iniziato a gestire il turismo, dal livello regionale alle frantumazioni comunali, non si è più verificata. Sono convinto che assieme diventeremo un gruppo granitico. Da parte delle concessioni balneari massima disponibilità ad esempio ad integrare pacchetti di bassa stagione con gli alberghi oppure a lanciare iniziative condivise”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 544 volte, 1 oggi)