SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A distanza di pochi giorni dalla sconfitta subita in casa dal Campobasso, mister Mosconi si oppone alle critiche ricevute ribadendo con forza il valore delle scelte adottate.

Nessun ripensamento dunque in merito alle dichiarazioni nel dopo gara ed anzi un’immensa soddisfazione dovuta al livello della prestazione generale: “Tutti, nessuno escluso, devono essere orgogliosi di questa squadra – ha dichiarato il tecnico della Samb a seguito dell’allenamento – I miei ragazzi hanno sputato l’anima e il mio giudizio non cambia di una virgola. Quella di domenica è stata una partita offensiva, condizionata dagli episodi, e dove la Samb ha concesso veramente poco. Oltre ai gol le uniche occasioni create dai molisani si sono concretizzate in un colpo di testa e una ripartenza, stop. Noi, al contrario, abbiamo tirato in porta 7 o 8 volte nonostante il campo infame e, a dirla tutta, non ci hanno nemmeno concesso un rigore su Baldinini evidentissimo”.

Decisamente stizzito dalle affermazioni di mister Farina secondo il quale la presenza dei quattro under in difesa gli avrebbe permesso di impostare l’incontro in una determinata maniera, Mosconi replica: “Prima di uscire dal Riviera il signor Farina avrebbe dovuto mettersi un passamontagna. Noi abbiamo disputato una grande gara con un sotto quota in più. Ho rischiato e ci è andata benissimo – ha spiegato – Erano anni che a San Benedetto non si vedeva un’intensità del genere e proprio per questo il gruppo andrebbe elogiato e non criticato”.

Tornando indietro quindi il tecnico rifarebbe tutto: “Dicono che non si possa fare a meno di Baldinini al centrocampo e io sono più che d’accordo – ha detto – Proprio per questo si doveva fare qualcosa e io ho schierato la difesa in quella maniera. Il discorso lo si potrebbe applicare anche alla partita contro la Vis Pesaro ma se in quell’occasione non ho rischiato è stato solo perché Viti non stava bene. Contro il Campobasso volevo vincere e a dimostrazione di ciò ho schietato una formazione a trazione anteriore”.

Nessun dubbio sugli effetti che tale risultato sortirà nei prossimi giorni ed anzi sembra proprio che questa sconfitta fortificherà gli animi: “Sotto il profilo mentale ci servirà – ha consluso il tecnico rossoblu – Abbiamo visto segnali positiv e vanno presi in considerazione. L’amarezza per il risultato c’è ma dentro di noi abbiamo una grande forza. Questo è il calcio e in certe situazioni si raccoglie meno di quello che si merita”.

Novità sul fronte Napolano: dall’ecografia si evince che il giocatore sia affetto da un’elongazione dovuta ad una vecchia cicatrice. Nei prossimi giorni le sue condizioni verranno valutate attentamente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 793 volte, 1 oggi)