GROTTAMMARE – Un “bonus” in bolletta anche per i consumi di acqua. L’iniziativa è del Ciip, ente titolare della gestione del servizio idrico integrato (fornitura acqua corrente e depurazione) ed è dedicata alle “utenze deboli” ovvero i titolari di fornitura idrica che dimostrino un reddito Isee fino a 7500 euro (anno di imposta 2013).

Il bonus acqua consiste nella concessione, per ogni nucleo familiare che lo richieda entro il 30 novembre, di uno sconto annuale massimo di 60 euro (+ 20 euro per ciascun membro eccedente il secondo), che verrà accreditato sugli importi fatturati nell’anno 2015 dalla Ciip.

L’agevolazione trova copertura economica nel fondo di 100 mila euro recentemente costituito dalla Ciip a seguito di, fa notare il presidente Giacinto Alati nella lettera in cui presenta l’iniziativa a tutti i sindaci dei comuni coperti dal servizio, invitandoli a favorire una comunicazione puntuale ai cittadini.

Per accedere al bonus occorrono i seguenti requisiti: essere titolare della fornitura idrica e risultare residente presso l’indirizzo della fornitura, non essere mai risultati morosi e dimostrare un reddito Isee relativo all’anno d’imposta 2013 sino a  7500 euro. Informazioni e modelli di domanda sono disponibili presso al sede di Ascoli Piceno della Ciip, sul sito internet www.ciip.it, i Comuni e i Caaf delle province di Ascoli Piceno e Fermo. Le istanze vanno spedite al Ciip via raccomandata a/r.

“Con molto piacere – commenta il sindaco Enrico Piergallini – colgo il suggerimento del presidente Alati di divulgare, con tutti gli strumenti che il Comuna ha a disposizione, la notizia del bonus: si tratta di una iniziativa benedetta in momenti di difficoltà come questi. Complimenti a chi l’ha ideata”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 518 volte, 1 oggi)