GROTTAMMARE – Anche il Movimento 5 Stelle di Grottammare contesta le modalità delle elezioni provinciali. Riportiamo e pubblichiamo il comunicato, giunto in redazione, da parte del consigliere Andrea Crimella:

“Ennesima promessa disattesa: aboliremo le province. Ennesimo raggiro riuscito: aboliremo le province, sì. Quelle elette dai cittadini. Con i costumi e i nasi rossi si presenteranno in fila per ritirare il biglietto su cui scrivere ciò che il partito unico ha già deciso nelle segrete del castello Ascolano.

Noi, e le persone coerenti come noi, non abbiamo tempo da buttare e faccia da rimetterci di fronte a questa ennesima rapina di democrazia. I giochi sono fatti, si rinchiuderanno nei palazzi e decideranno come sperperare il nostro denaro. Quello pubblico. Ulteriormente. Il partito unico ‘Pd+/-L’ si spartiscono seggi e poltrone: chi si aspettava qualcosa di diverso ha conferma d’essere un illuso.

Noi non ci stiamo, preferiamo pensare al nostro paese, al nostro Comune, augurandoci che nessuno dell’amministrazione entri a far parte dell’ennesimo consiglio dell’inutilità. Domenica saremo a manifestare, non a votare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 222 volte, 1 oggi)