SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella mattinata del 9 settembre il sindaco Giovanni Gaspari ha ricevuto alcuni familiari del poeta dialettale sambenedettese Giovanni Vespasiani. A colloquio con il primo cittadino c’erano le figlie del poeta, Giovanna ed Erminia, e la nuora Iliana Perotti.
Nel corso del colloquio si è parlato della possibilità di ricordare adeguatamente l’artista con una targa commemorativa da apporre sulla casa dove Vespasiani ha vissuto in Via XX Settembre 62.
La cerimonia potrebbe tenersi in occasione dei festeggiamenti in onore di San Benedetto Martire, previsti nel prossimo ottobre.
Le figlie e la nuora hanno ricordato episodi della vita di Vespasiani, il suo animo libero e anticonformista, i luoghi in cui amava scrivere poesie, primo fra tutti la piazzetta di fronte alla sua casa.
Giovanni Vespasiani nacque a San Benedetto del Tronto nel 1886 e morì nel 1967. Tra le sue opere spiccano le raccolte di poesie intitolate “Canti della Riviera”, “A timpe pirse”, “Le voci della mia gente”, “Luci sul molo”, “Leggende Marinare” e “Abbadà”.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 646 volte, 1 oggi)