SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lo scultore Genti Tavanxhiu, classe 1974, nato a Shkodra (Albania) ma residente a Castorano, si è aggiudicato la prima edizione del Concorso di scultura “Museo Pietraia dei Poeti” con l’opera Planet X. Sul podio anche Lo schema dentro di Patrizio Zona e Forme dell’anima del giapponese Akiyama Nobushige.

Dopo un iniziale periodo di esposizione, dal 6 al 24 luglio, in cui sono stati visionabili i bozzetti in scala 1:10 inviati dai 20 scultori finalisti, le tre sculture vincitrici faranno mostra di sé in formato originale fino al 31 agosto nella cisterna-galleria del museo di Marcello Sgattoni in Contrada Barattelle a San Benedetto del Tronto.

Venerdì 25 luglio, alle 21.30, durante la serata “La Pietraia e i Poeti”, nuovo evento del festival estivo #tagliodiverso, verranno premiati i tre autori (1000 euro al primo classificato, 500 al secondo e al terzo). A seguire interverranno il poeta Renato Pigliacampo, che parlerà con Francesco Anzivino della sua poetica del silenzio, e lo scrittore Tiziano Storai, coautore del romanzo “Non volevo vedere”, libro basato su una storia vera edito lo scorso novembre da Ediesse, che discuterà di femminicidio e disabilità con la giornalista Silvia Del Gran Mastro.

La serata è realizzata in collaborazione con la sezione provinciale dell’Ente Nazionale Sordi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 274 volte, 1 oggi)