GROTTAMMARE – Presentato il piano per l’ottimizzazione e il rilancio dell’asilo nido comunale “Pollicino”.A fronte di un taglio drastico di risorse, verrà mantenuto il livello del servizio, abbassando però la retta per le famiglie.

In che maniera? Lo scopriamo dalle parole del sindaco Enrico Piergallini: “Impostando la questione del rischio, che prima era totalmente comunale alla cooperativa che lo gestisce. Per rischio intendo la possibilità che i bambini non siamo iscritti. E d’altronde l’anno scolastico 2012/2013 ne ha visti solo 7 di bimbi. In questa maniera si dà spazio di manovra alla cooperativa, la Koinema, che oltre ad incassare le rette e restare negli standard fissati dal Comune, potrà attivare dei servizi aggiuntivi come l’apertura di sabato, chiaramente a pagamento, che renderanno appetibile l’iscrizione”.

In effetti spesso si ascoltano le lamentele di giovani madri lavoratrici che non sanno a chi lasciare il figlio in certi orari.
“Oltre a modificare la quota di iscrizione-afferma Clarita Baldoni, assessore all’Inclusività Sociale- che da 200 euro è stata portata a 80. Abbiamo introdotto tre fasce orario, con entrata dalle 7.30 alle 9.30 3 con uscita alle 13.30, 16 e 18. Si risponderà così alle nuove esigenze delle mamme. La retta, di 300, 350 o 400 euro, dipenderà dal tipo di tempo scelto e comprenderà un pasto e la merenda”.

Altre anticipazione riguardano la chiusura del nido che attualmente è collocata a fine giugno, ma che verrà spostata a fine luglio e la possibilità di far frequentare l’asilo solo per tre ore al mattino, dalle 9 alle 12, per una retta di 270 euro.
I posti sono 20: superato il numero di iscritti si procederà alla graduatoria.

L’asilo nido “Pollicino” per mantenere un equilibrio finanziario potrà contare al massimo su 12 operatori. Il Comune, rispetto al 2012, ha tagliato il proprio contributo da 125mila euro a 75 mila (per l’anno scolastico 2014), questo comprende l’affitto della struttura e la manutenzione e una quota.

“Perché abbiamo presentato la questione asilo ad agosto?- conclude Piergallini- semplicemente perché ci siamo insediati solo pochi mesi fa. In poco tempo abbiamo definito il progetto e rilanciato”.

Il nido aprirà il primo lunedì di settembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)