SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  “Vale & Tino” torna a splendere alla Palazzina Azzurra. L’opera ideata e realizzata dall’artista pavese Marco Lodola è riapparsa a San Benedetto, dopo oltre un anno di assenza.

L’installazione in plexiglas e ferro, costata 35 mila euro, era stata originariamente posizionata in Piazza Cesare Battisti. L’inaugurazione si tenne nel 2008, proprio nel giorno di San Valentino, alla presenza della showgirl Valentina Pace, madrina dell’evento.

Da lì in poi l’installazione fu però oggetto di ripetuti atti vandalici. Non solo: i danneggiamenti sono stati a volte generati anche da automezzi che, in occasioni di manovra, tamponavano o guastavano la statua.

“Nella zona ci sono molti negozi – spiega il sindaco Gaspari – spesso è accaduto che i furgoni toccassero l’opera. La ristrutturazione non è costata nulla, Lodola l’ha riparata a titolo gratuito”.

La rinnovata location è stata elogiata da turisti e visitatori, affascinati soprattutto dall’impatto visivo che “Vale & Tino” regala nelle ore notturne. Il rammarico sta semmai nel constatare la necessità sempre più frequente (e allarmante) di dover proteggere ed isolare le sculture presenti a San Benedetto, considerati anche i furti che di recente hanno interessato le miniature delle statue poste lungo Viale Secondo Moretti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 481 volte, 1 oggi)