Bisogna “votare” tutti i giorni.
Seguire l’attività degli eletti, e anche dei trombati (a volte le migliori ricompense non godono dei riflettori). Rendere conto ad ogni ora di quel che si è promesso così come di quel che non si è promesso, di quel che si condivide e di ciò su cui non si è d’accordo.
Io inizio a votare martedì, tutti i giorni.
Mai più deleghe, disse qualche anno fa, qualcuno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 384 volte, 1 oggi)