CITTA’ SANT’ANGELO – “Questa squadra è stata costruita da cinque persone e dunque le responsabilità sono di tutti, non solo di Palladini”: così Claudio Bartolomei, vicepresidente della Samb, assolve parzialmente l’allenatore rossoblu dopo la pesante sconfitta (2-0) contro la Renato Curi Angolana. Ma il problema per Bartolomei è che “il gioco non c’è, occorre dirlo, e la Renato Curi ha vinto con merito“.

“Ci preoccupa quello che abbiamo espresso in mezzo al campo, al di là della classifica che è ancora presto da vedere. Abbiamo deluso nel gioco e negli uomini, occorrerà fare qualcosa ma non mi riferisco al calciomercato, oramai concluso, ma a livello tattico, perché la squadra è messa male in campo, è un dato di fatto. Domani, al solito incontro del lunedì pomeriggio, ne parleremo” aggiunge.

“Abbiamo giocato un ottimo girone di andata fino ad arrivare primi in classifica, esprimendo un buon calcio – continua – Non mi spiego dunque questo risultato e la brutta prestazione di domenica scorsa: abbiamo parlato per una settimana dell’ottimo gioco del San Cesareo ma forse il problema eravamo noi, specialmente a livello atletico. Il pubblico? Domenica scorsa ci ha aiutato, oggi purtroppo non ce l’abbiamo fatta, ma dobbiamo dire che il risultato è giusto. Certo, molti giocatori sono stati male in settimana e questo non ci ha aiutato. Domenica prossima saranno assenti Pazzi, Shiba e Puglia, ma Palladini saprà inserire giocatori che possono darsi da fare nello schema che lui vuole. Palladini non rischia nulla, al 100%, ma oggi è lui quello che può fare la differenza in questa Samb“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.383 volte, 1 oggi)