SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli spacciatori non possono stare tranquilli quando sulle loro tracce si mettono agenti speciali dal fiuto infallibile.

Pakat e Ughel, unità cinofile della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto hanno portato a termine l’operazione antidroga del 22 gennaio scorso.

Nella mattinata, intorno alle 11, hanno intercettato alla Stazione un giovane con 250 grammi di hascish, con la collaborazione degli uomini della Polfer.

Il pugliese, sceso dal treno proveniente da Pescara, appena ha visto i due cani antidroga con i rispettivi conduttori, ha finto di parlare al telefono ed ha cercato di cambiare strada senza successo, i due agenti a quattro zampe  l’hanno subito braccato.

Il giovane, ora in stato d’arresto per detenzione a fine di spaccio è stato identificato ed un 24enne residente a San Marco in Lamis che pochi giorni fa aveva firmato un contratto come OSS (Operatore Socio Sanitario) all’ospedale civile di Chieti, lavoro che non si sa se riuscirà a salvaguardare.

E’ scattata anche la perquisizione nel domicilio del giovane, che nelle prossime ore sarà sottoposto ad udienza di convalida del provvedimento restrittivo da parte della procura della Repubblica di Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 856 volte, 1 oggi)