SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Operazione check-in: l’associazione Ambiente e Salute del Piceno coinvolgerà i candidati delle liste dei partiti che concorrono alle elezioni 2013, per conoscere la loro opinione in merito alla contestata centrale di stoccaggio Gas Plus in zona Agraria.

Appuntamento per il 26 gennaio alle ore 15.30 presto la palestra Sabatino D’Angelo, di fronte al campo sportivo dell’Agraria: “Le liste sono in fase di formazione, ad ogni modo vorremmo sicuramente i principali rappresentanti piceni del Pd, Pdl, Udc, M5S, Rivoluzione Civile, e vedremo chi altri” spiegano Massimo Bartolozzi e Alfredo Vitali. Durante l’incontro, spazio alle domande sulla centrale di stoccaggio e all’impegno che i politici vorranno portare avanti in questo tema.

Ma c’è anche la notizia del giorno, anzi, del giorno prima: ovvero il parere favorevole del Comitato Tecnico Regionale sul tema della sicurezza della centrale di stoccaggio: “Siamo sorpresi e amareggiati che anche il delegato del Comune di San Benedetto, il dirigente Germano Polidori, abbia dato parere favorevole, nonostante qualche tempo fa si espresso come non competente circa gli aspetti tecnici della materia. Inoltre, lo ricordiamo, nei documenti presentati da Gas Plus vi è una inversione delle distanze rispetto all’abitato tra Porto d’Ascoli e la Sentina, si tratta di un errore che non poteva non essere evidenziato. Ricordiamo inoltre che se Polidori fosse stato assente il Ctr non avrebbe potuto deliberare, in quanto non avrebbe raggiunto i due terzi dei componenti”.

Altro elemento di impugnabilità, secondo l’associazione, “il fatto che nel verbale figurino dei nomi di persone assenti che non sono state neppure convocate“.

Ma, poi, ecco il tema delle denunce penali che incombe: “Parleremo coi nostri avvocati e cercheremo di trovare le misure giuste per agire. Ci teniamo a ribadire che a Sant’Elpidio a Mare, dove l’iter era molto più avanzato del nostro, il sindaco si è impegnata attivamente, molto più di quanto visto a San Benedetto, e il Ctr è stato almeno temporaneamente bloccato grazie al ricorso al Tar delle Marche, mentre qui ora siamo prossimi alla Conferenza dei Servizi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 543 volte, 1 oggi)