CUPRA MARITTIMA – Il Partito Democratico di Cupra Marittima si organizza in vista delle prossime scadenze politiche e rinnova il sostegno alla giunta D’Annibali.

“Sta operando in maniera competente e con passione, anche e soprattutto in un momento difficile come quello attuale, avendo oltretutto ereditato un comune in grave crisi finanziaria”.

Il Pd prende poi la palla al balzo e richiama la questione dell’acceso e spiacevole, per i contribuenti, caso Gestor – Tributi Italia: “L’ex sindaco Torquati si attribuisce sul tema il merito di aver condotto un’azione assolutamente efficace, quando invece ci domandiamo come mai fu scelta proprio la Gestor? Quali fattori hanno guidato la sua scelta? Forse le possibili positive ricadute occupazionali, visto che si sarebbe attivata una sede a Cupra Marittima?”

Nel 2004 la vecchia Amministrazione ridefiniva l’accordo in essere con la Gestor, precedentemente incaricata per l’incasso di alcuni tributi minori, dandole mandato alla riscossione di tutti i tributi comunali, per importi quindi ben più consistenti. In seguito, e già dal 2006, la società iniziò a non versare i tributi al Comune, solo nel 2008 la giunta riportò l’incasso in tesoreria comunale.

L’intervento a mezzo comunicato termina ancora in difesa dell’attuale giunta e accusa di leggerezza Torquati: “La vecchia Amministrazione pertanto non ha assolutamente agito in modo illuminato e tempestivo, tutt’altro, ha solo tentato di chiudere la stalla mentre i buoi erano già fuggiti, nonostante i consiglieri di minoranza dell’epoca avessero più volte sollecitato l’ex sindaco a porre in essere azioni volte a tutelare il Comune e i soldi dei contribuenti visti le già note inadempienze della ditta. Ancora oggi la nostra comunità paga le conseguenze di questa triste vicenda ed è chiamata a saldare i conti del passato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 286 volte, 1 oggi)