SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con riferimento alle proteste di alcuni residenti per la segnaletica orizzontale realizzata il 22 agosto in via Lombroso, il Comando di Polizia Municipale si lancia in alcune puntualizzazioni.

“La necessità di regolamentare  la sosta in quel tratto di via Lombroso era stata evidenziata dal comitato di quartiere Marina di Sotto”, si legge in un comunicato. “In data 25 giugno il personale incaricato ha provveduto ad eseguire una prima parte del lavoro non delimitando lo spazio della sosta dinanzi ai garage privi di cartello di passo carrabile. In quella stessa occasione il personale avvisò i frontisti presenti in strada in quel momento che era necessario mettersi regola per evitare che fossero individuati spazi di sosta dinanzi ai loro accessi. Un atto di pura cortesia, considerato che la legge, nota a tutti, prevede che, per ottenere il libero transito sulla pubblica via, occorre richiedere ed ottenere il passo carrabile”.

Inoltre, “il 27 giugno, a seguito di sopralluogo, il Comando di Polizia Municipale inviò una mail al Comitato di quartiere per invitarlo ad attivarsi presso i privati interessati affinché si mettessero in regola”.

“Il Comune – si legge ancora – ha in realtà atteso quasi due mesi prima di tornare in via Lombroso e completare il lavoro, anche per rispetto di chi, in quella stessa via, il passo carrabile ce l’ha da tempo e regolarmente paga la relativa imposta. Nella cronologia dei fatti così come riportata, emerge dunque in maniera incontrovertibile l’assoluta correttezza del comportamento del Comune mentre appare quantomeno sorprendente che si protesti per non aver adempiuto ad un proprio dovere”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 707 volte, 1 oggi)