MARTINSICURO – E’ scattata all’1.30 di venerdì 27 luglio l’operazione di sequestro di ombrelloni e attrezzature balneari abusive lasciate lungo i tratti di spiaggia libera del comune truentino. Uomini della Guardia Costiera, della Polizia Municipale e operai del Comune hanno iniziato l’opera di rimozione, partendo dalla parte nord dell’arenile. Gli oggetti rimossi sono stati prima inventariati dagli uomini della Guardia Costiera, poi trasportati su camion verso i depositi comunali. Alcuni ombrelloni erano saldamente fissati con appositi blocchi di cemento e per rimuoverli si è dovuto ricorre all’utilizzo di una scavatrice. E’ la seconda operazione di rimozione di ombrelloni abusivi sulle spiagge libere della cittadina, la prima era scattata qualche settimana fa ed era stata effettuata nella frazione di Villa Rosa.

Dopo che il sequestro verrà reso ufficiale, i proprietari delle attrezzature da mare rimosse potranno richiederne la restituzione,  pagando un ammenda di circa 200 euro, in caso contrario, al decorrere dei 60 giorni, gli ombrelloni verranno distrutti e smaltiti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 948 volte, 1 oggi)