SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo le decisioni del Giudice Sportivo Francesco Riccio, inerenti alla gara disputata domenica 27 maggio contro il Legnago.

Ammenda di 1.300, a carico della società, “per avere propri sostenitori introdotto ed utilizzato nel recinto di gioco 3 fumogeni uno dei quali veniva lanciato al 40º del secondo tempo, all’interno del terreno di gioco. Sempre al 40º del secondo tempo, provavano a sfondare a calci una cancellata con l’intento di accedere al terreno di gioco. Si rendeva necessario l’intervento della Forza Pubblica. Inoltre due persone non iscritte in distinta, qualificatesi come presidente e direttore sportivo della società, facevano ingresso sul terreno di gioco posizionandosi davanti le rispettive panchine. Una delle persone in questione inveiva ripetutamente nei confronti del direttore di gara”

A carico di Daniele Pignotti, inibizione a svolgere ogni attività fino al 25 giugno 2012 “per avere rivolto espressioni ingiuriose e frasi minatorie all’indirizzo del direttore di gara. Il medesimo, inoltre, incitava il pubblico ad inveire e ad invadere il terreno di gioco”.

A carico di Nicolosi squalifica di quattro gare effettive “per avere, a gioco fermo e poggiandogli entrambe le mani sulle spalle, rivolto, urlando, espressioni gravemente ingiuriose all’indirizzo del direttore di gara”. Squalifica per una gara per doppia ammonizione di Puglia e due giornate di squalifica per Riccardo Cuccù causa “intervento falloso nei confronti di un calciatore avversario in azione di gioco senza alcuna possibilità di contendere il pallone”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.086 volte, 1 oggi)