SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco alcune dichiarazioni rilasciate al termine dell’incontro svolto domenica 4 marzo contro la Civitanovese.

PIGNOTTI: Oggi che cosa abbiamo sbagliato? Il pareggio ci stava. In campo abbiamo messo il cuore. Questa è una società che ha fatto i salti mortali. Stiamo conducendo un campionato da protagonisti. Dopo molte vittorie consecutive sono arrivati 3 pareggi. Ammetto che la squadra possa aver sbagliato qualcosa durante l’ultima partita contro la Renato Curi ma ritengo che oggi non abbia particolari colpe

PALLADINI: Ci abbiamo provato in tutti i modi. La squadra ci ha creduto e ha messo l’anima in campo. Nella ripresa abbiamo fatto bene. Ai ragazzi non mi sento di dire nulla perchè hanno lottato. Abbiamo giocato in uno stadio ostico ed ora resta il rammarico di non aver vinto. La Civitanovese è una squadra tosta ma noi siamo stati i migliori. Ho messo Zazzetta dopo l’espulsione di Napolano e sono soddisfatto della sua prestazione. Ora dobbiamo solo pensare a mercoledì perchè sarà una partita molto difficile. Per quanto riguarda Pazzi ho deciso di sostituirlo con Voinea perchè poteva entrare meglio negli spazi.

SPADONI: Non è stata una partita combattuta perchè la Samb è stata nettamente superiore. Abbiamo avuto ben 5 occasioni. Credo che l’arbitro si sia lasciato condizionare ed ecco i suoi ripetuti errori. Noi stiamo facendo molto di più rispetto alle nostre possibilità. Il Teramo è una squadra da record ma noi ora dobbiamo pensare ad andare avanti e fare bene.

MENGO: Ci abbiamo provato in tutti i modi. Praticamente ho fatto tutto io: sono stato autore del primo gol ma ho anche permesso al Civitanova di segnare. Me ne assumo tutte le responsabilità. E’ stato errore nostro non reggere il risultato dopo l’1-0 iniziale ma pazienza. Ora c’è solo un grandissimo rammarico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)