SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Commissariato di Polizia diretto da Filippo Stragapede è riuscito ad individuare ed a denunciare a piede libero per lesioni aggravate in concorso i due giovani che, il 14 gennaio scorso, verso le ore 1:45, avevano aggredito e malmenato pesantemente un automobilista di passaggio in Viale dello Sport procurandogli lesioni al corpo ed al viso guaribili in 40 giorni.

Si tratta di un minorenne italiano 17enne e di X.A un albanese 23enne. I due avevano attirato l’attenzione dell’automobilista per la loro guida spericolata. Ne era nato un diverbio dove i due, scesi dallo scooter, avevano indotto il guidatore a lasciare la propria auto ed ingaggiato con esso un vivace alterco fatto di minacce e spintoni.

Non contenti del risultato i due avevano iniziato a prendere il conducente dell’auto a calci ed a pugni con ferocia inaudita. E avrebbero continuato nell’aggressione se il sopraggiungere di altre macchine, incuriosite dal fatto, non li avesse indotti ad una fuga precipitosa.

La vittima del pestaggio, nel frattempo, riusciva a raggiungere il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile con i propri mezzi e qui gli veniva riscontrato una frattura del tetto orbitario e dell’osso frontale a destra e frattura delle ossa nasali. Gli agenti del Commissariato dopo una paziente indagine condotta anche presso i luoghi più noti della movida sambenedettese sono riusciti ad individuare e denunciare i due bulli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.872 volte, 1 oggi)