GROTTAMMARE – La melodia del pianoforte, è di nuovo protagonista nella Perla dell’Adriatico. Torna con la sesta edizione, il concorso pianistico internazionale Premio Franz Liszt, che quest’anno omaggia il grande compositore ungherese per il bicentenario della sua nascita.

Un programma alquanto ricco quello della settimana Lisztiana, che si inaugurerà con il concerto di apertura eseguito dal maestro Ippazio Ponzetta, di sabato 22 ottobre alle ore 21.30 nei locali della sala Kursaal. Il giorno successivo, nella Cattedrale di San Pio V, sarà invece celebrata una messa commemorativa del pianista ungherese accompagnata dalle sue composizioni più famose, fra cui il Pater Noster e l’Ave Maria, ed eseguite dal coro Don Ferdinando Morresi diretto dal maestro Licio Cernetti.
Alla musica, si alterneranno inoltre le arti figurative. Confermato per la seconda edizione il progetto Kinder Liszt, l’iniziativa culturale dedicata ai più piccoli, volta a unire la musica con la pittura. All’interno della sala Kursaal, durante la settimana del concorso, l’interpretazione delle composizioni musicali Années De Pèlerinage, saranno oggetto di una mostra espositiva realizzata proprio dai bambini di terza e quarta elementare della scuola Giuseppe Speranza di Grottammare.

È però dal 25 al 29 ottobre che si entrerà nel vivo del concorso dedicato a Ferenc (Franz) Liszt. All’auditorium dell’hotel Parco dei Prinicipi infatti, si svolgeranno le prove eliminatorie, le semifinali e le finali. Qui, prenderanno parte alla competizione i musicisti nazionali e internazionali – tre gli italiani, alcuni dei quali provenienti dalla scuola di Imola di Franco Scala oltre a quelli di nazionalità russa, dell’est europeo, cinese e giapponese – che saranno valutati da una giuria composta da eminenti concertisti e docenti di fama internazionale. Fra questi, l’ucraino Leonid Margarius, il turco Emin Guven Yaslicam, il tedesco Frank Wasser, il russo Boris Bloch e l’italiano Ippazio Ponzetta, direttore artistico del Gran Premio Internazionale “Mendelssohn Cup” di Taurisano.

“L’edizione 2011 – dichiara la presidente dell’associazione A.m.a.d. Graziella Castelletti – è quella che fra tutte vuole rende il vero omaggio a uno dei più celebri pianisti mondiali per il bicentenario della sua nascita. Per i giovani e talentuosi concorrenti provenienti da tutto il mondo, questo concorso rappresenta un importante trampolino di lancio se si pensa a Vincenzo Maltempo, il quale è stato contattato dalla casa discografica austriaca Gramola, una fra le più prestigiose d’Europa”.

Il “Premio Franz Liszt” si concluderà poi al Teatro delle Energie domenica 30 ottobre, con il concerto dei vincitori e la cerimonia di premiazione. Per l’occasione, il pubblico assisterà anche alla prima assoluta del balletto Reminescences de Lucia dalla Lucia di Lammermoor di Donizetti, organizzato dalla scuola di danza Tina Dance di Ascoli Piceno.

“Il progetto dell’A.m.a.d. – dichiara il consulente di pubbliche relazioni Daniele Voltattorni – ha radici molto profonde poiché la sua attività è iniziata nel 1984 ed è una realtà importante per Grottammare e il Piceno nell’innescare una forma di mecenatismo che sta creando dei presupposti per una crescita a livelli altissimi”. Opinione condivisa dal responsabile marketing dell’associazione, Guido D’Alessandri: “la ricerca di giovani talenti è il fil rouge che motiva ogni anno quest’iniziativa dedicata al grande Liszt. Siamo orgogliosi di portare avanti questo progetto di respiro internazionale, che grazie all’alto livello qualitativo della commissione, rappresenta un input prestigioso per la carriera dei pianisti”.

Ulteriori informazioni, sono disponibili alla pagina web www.premioliszt.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)