GROTTAMMARE – È finalmente arrivato il grande momento dei RossoPiceno: dopo sei anni di esperienze musicali, il gruppo marchigiano dà alla luce il suo primo album. È “Storie in un bicchiere” contenente nove pezzi frutto della fusione della tradizione folk rock italiana con le nuove sonorità moderne, un disco energico e coinvolgente che sarà presentato domenica 17 aprile alle ore 21 presso il Teatro delle Energie di Grottammare. L’ingresso è gratuito.

Per l’occasione i RossoPiceno proporranno sia i brani dell’album che le canzoni più famose del repertorio dei loro ospiti, artisti che hanno collaborato alla registrazione del disco. Al concerto parteciperanno infatti anche Marino Severini dai Gang, Davide “Dudu” Morandi, Francesco “Fry” Moneti, Franco “Franchino” D’Aniello, tutti e tre provenienti dai Modena City Ramblers.

Ma conosciamo meglio i Rosso Piceno. Nascono da un’idea di Emidio Rossi (voce), Marco Spaccasassi (chitarra), Stefano Nespeca (batteria) e Mario Pulcini (basso) che, dopo anni trascorsi suonando come cover band, decidono di voltare pagina avvicinandosi alle proprie tradizioni e alle proprie origini. Nasce così il progetto “Rossopiceno”. Con l’ingresso, nel gennaio 2005, di Vanni Casagrande (fisarmonica e flauto) e di Massimo Pasqualetti (percussioni) nel gennaio 2007, la band assume un sound riconducibile al folk rock. Numerose sono state le collaborazioni con artisti di rilievo quali “i Gang”, “i Ratti della Sabina”, “i Folkabbestia”, “i Modena City Ramblers”, “Vince Tempera”, “la Casa del Vento”.

Nel 2008 i RossoPiceno partecipano al concorso Alternative Version superando le fasi provinciali e quelle Regionali, approdando alle finali nazionali come miglior band marchigiana. Nell’autunno 2008 il gruppo riceve dall’agenzia “Free Music Agency” il premio come band picena dell’anno. Nel 2009 la band collabora alla creazione delle musiche del documentario “Me sem Rom”, che racconta l’ultimo anno di vita del Casilino 900 di Roma. Nel marzo 2011 partecipano alla kermesse bolognese “Irlanda in Festa”, uno dei più importanti festival folk nazionali (http://www.myspace.com/rossopiceno). Insomma per chi ama scatenarsi con i caldi ritmi del folk e desidera fare il tifo per i nostri musicisti conterranei, quella del 17 aprile sarà un’occasione da non perdere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 548 volte, 1 oggi)