CUPRA MARITTIMA – L’Avis di Cupra Marittima, presente sul territorio da 30 anni e presieduta attualmente da Vincenzo Pulcini, toccherà un tema delicato ma fondamentale per la salute dell’uomo. Venerdì 10 dicembre alle ore 21.15 presso la sala Consiliare del Comune di Cupra si discuterà infatti dell’importanza della donazione del sangue del cordone ombelicale. In questi giorni i cittadini cuprensi, in particolare le coppie, stanno ricevendo nelle loro case gli inviti alla serata e l’opuscolo informativo dell’Avis regionale Marche dove viene spiegato che il sangue che rimane nella placenta e nel cordone ombelicale dopo la nascita è una preziosa fonte di cellule staminali del tutto simili a quelle del midollo osseo e utili per la cura, ad esempio, di malattie tumorali. Per questo motivo alcuni ricercatori hanno prospettato la possibilità di raccoglierlo e conservarlo ai fini di trapianto.

A sensibilizzare su questo argomento di costante attualità saranno la dottoressa Gianna Marcozzi biologa borsista del reparto di Medicina Trasfusionale di San Benedetto del Tronto ed il dottor Carlo Di Biagio ginecologo presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia di San Benedetto del Tronto, mentre a coordinare la serata sarà la dottoressa Rosanna Travaglia Teodori dell’Avis Regionale. Saranno presenti oltre ai sindaci e gli assessori alle politiche sociali dei Comuni di Cupra e Massignano anche il responsabile provinciale e regionale dell’Avis.

L’Associazione coglie l’occasione per ricordare che attualmente nelle Marche è possibile donare il cordone ombelicale nei punti nascita di Ancona, Ascoli Piceno, Civitanova, Fano, Fermo, Macerata e San Benedetto. Entro dicembre 2010 tutti i punti nascita delle Marche saranno accreditati per ricevere ed operare le donazioni di sangue da cordone ombelicale. Le donne interessate alla donazione del cordone ombelicale possono rivolgersi presso il reparto di ginecologia ed ostetricia dell’Ospedale in cui partoriscono e manifestare la propria volontà alla donazione che è volontaria, anonima e gratuita.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 222 volte, 1 oggi)