SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Azienda Multiservizi sta studiando strategie per migliorare e razionalizzare il suo core business, i lavori stradali urbani. Afferma il nuovo presidente Paolo Turano: «C’è un nuovo software, di cui stiamo studiando l’uso assieme alla Polizia Municipale, che permette di razionalizzare gli spostamenti dei nostri operai e i lavori lungo le strade, coinvolgendo e condividendo informazioni con tutti gli enti che lavorano lungo le arterie urbane, come la Ciip o l’Enel. Se ad esempio sappiamo che una strada deve subire lavori lungo le condutture idriche, non mandiamo l’operaio a tappare una buca perchè sarebbe uno spreco (evidentemente ed abbastanza incredibilmente fino ad oggi questo problema si verificava, ndr). E poi si punta a razionalizzare gli spostamenti, affinchè le nostre squadre passino meno tempo possibile nei tragitti da un punto all’altro della città». Il software, per ben funzionare, dovrà essere usato da tutti gli enti coinvolti, e i loro dipendenti dovranno essere formati ad usarlo al meglio.

Intanto Turano, reduce da un incontro con il sindaco Gaspari preparatorio del primo Cda dell’8 giugno, afferma a proposito della nuova disposizione dei parcheggi sul lungomare nord: «Dai Vigili Urbani abbiamo avuto l’assicurazione che la nuova soluzione per i parcheggi è del tutto sicura, i posti auto hanno una larghezza maggiore di prima, quindi chi apre la portiera del passeggero non si trova in mezzo alla carreggiata, ma rimane ancora dentro lo stallo».

A tal proposito interviene a sostegno anche l’assessore Settimio Capriotti, che dice: «Prima di compiere questa scelta abbiamo valutato i pro e i contro. Ci siamo accorti che prima i motocicli erano protagonisti di numerosi incidenti nei punti di intersezione con la carreggiata ovest. Infatti procedevano lungo il lato sinistro della carreggiata perchè a destra temevano di essere colpiti dalle portiere di chi scendeva dall’auto parcheggiata. Ora possono tranquillamente passare da quella parte, senza il pericolo delle intersezioni. Per quanto riguarda i bus, gli stalli appositi disegnati sulla destra permettono ai passeggeri di scendere o salire in sicurezza, inoltre non si intralcia il traffico perchè il mezzo non ostruisce la carreggiata come accadeva prima».

Un altro punto a favore, secondo Capriotti, riguarda gli automobilisti disabili. «Con i parcheggi in linea per loro era difficile uscire dalle auto. Ora, visto che i parcheggi per disabili sono stati tutti spostati ad ovest nella zona a spina di pesce e in corrispondenza degli attraversamenti pedonali, hanno tutto lo spazio per uscire dalle auto in tranquillità».

I limiti di velocità, poi, saranno abbassati da 50 a 30 chilometri orari. Prezzi, orari e periodi di entrata in vigore delle zone blu a pagamento rimangono invariati rispetto al 2009.

Nei prossimi giorni, Capriotti e Turano saranno ricevuti dal nuovo assessore regionale Luigi Viventi, Udc come Turano, per verificare quanti fondi ci sono per sostenere progetti relativi al trasporto pubblico come gli autobus notturni per la “movida” del fine settimana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.196 volte, 1 oggi)