SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Musica classica, presentata la Stagione Concerti 2010, rassegna che l’Assessorato alla Cultura promuove da diversi anni.

Vari generi fusi in dieci concerti che si terranno nei teatri di San Benedetto dall’8 marzo al 6 maggio.Tra le novità di quest’anno: spazio alla figura di Giovanni Battista Pergolesi, musicista marchigiano d’eccezione, di cui ricorre il tricentenario della nascita; una finestra aperta sull’opera lirica e una politica culturale orientata al coinvolgimento dei ragazzi.

«Questo ricco cartellone concertistico è frutto della collaborazione tra l’Ufficio Cultura del comune e le diverse Associazioni musicali di San Benedetto, insieme alle quali abbiamo selezionato i musicisti e organizzato la rassegna», dice l’Assessore alla Cultura Margherita Sorge.

«Quest’anno abbiamo puntato ad avvicinare i giovani alla musica classica. Abbiamo cominciato col ridurre il costo del biglietto a quattro euro per gli under 25 per incentivarne la partecipazione. Inoltre, l’istituto musicale Vivaldi sta lavorando molto nei licei e nelle scuole, e in alcune di queste sono state attivate classi ad indirizzo musicale».

L’Associazione Musicale Franz Schubert, secondo una mai tradita strategia di valorizzazione dei talenti locali, dà il suo apporto alla Stagione Concerti celebrando il grande musicista jesino Giovanni Battista Pergolesi a 300 anni dalla nascita; riscritto e omaggiato da due musicisti locali: Benedetto Guidotti e Fabrizio Urbanelli.

Pergolesi sacro, con il “Nuovo Stabat Mater” (28 marzo, Chiesa di San Filippo Neri) in lingua italiana e Pergolesi profano, con la “Serva Padrona” (16 aprile, Teatro Comunale Concordia), esilarante intermezzo che apre la strada a un nuovo genere operistico: quello buffo.

«Lo spettacolo lirico non deve far pensare a qualcosa di accademico e noioso, con la “Serva Padrona”, capolavoro del genere buffo, il divertimento è garantito, si tratta di una perfetta fusione tra musica, storia e cultura», assicura Fabrizio Urbanelli.

Rita Virgili parla a nome della Gioventù Musicale d’Italia che presenta due concerti dedicati ai vincitori di importanti concorsi internazionali. Il 12 marzo al Concordia si esibirà in particolare la vincitrice del “Concorso Postacchini 2009”, Raphaelle Moreau, una pianista francese di appena 13 anni con un’incredibile maturità interpretativa e una tecnica fuori del comune. Il 6 maggio sarà la volta di un altro premio internazionale, il pianista Abduraim Behzod che ha sbalordito la giuria del “Concorso internazionale di Londra 2009”. La terza proposta della Gioventù Musicale d’Italia è anch’essa dedicata a Pergolesi, con la sua opera più nota: lo “Stabat Mater” (31 marzo, Teatro Comunale Concordia).

All’Istituto di musica Antonio Vivaldi compete l’apertura della rassegna, l’8 marzo al Concordia con “Irish for five in winter’s crossing”, un poema sinfonico composto da un middle di brani d’ispirazione celtica collegato al tema della migrazione dall’Irlanda all’America.

«Quello dell’8 marzo è un appuntamento molto importante – tiene a ricordare il presidente del Vivaldi Gianpiero Paoletti – Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, sarà dedicato infatti alla raccolta di fondi per la ricerca sul cancro in collaborazione con l’Airc».

Appuntamenti quelli del Vivaldi, dedicati alla storia del violino, data la straordinaria presenza di violinisti a questa rassegna, e alla figura di Chopin. Infatti, come spiega la coordinatrice didattica Stefania Spacca, il concerto di punta del Vivaldi è dedicato proprio al grande pianista romantico in concomitanza con la ricorrenza dei 200 anni della nascita. A celebrarlo sarà Gianni Maria Ferrini uno dei più grandi interpreti italiani di Chopin (24 aprile, Teatro Comunale Concordia).

Il 18 aprile sarà la volta di Edoardo De Angelis, musicista originario di Ascoli che vanta un curriculum d’eccezione punteggiato da esibizioni e presenze nei maggiori teatri internazionali.

Sarà in scena al Concordia in un duetto con la pianista Anna Barbera.

Per finire, l’assessore tiene a ricordare che per questa ricca kermesse di ben dieci concerti il budget messo a disposizione dal Comune, materiale pubblicitario e cartellone inclusi, è lo stesso dello scorso anno:15 mila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 947 volte, 1 oggi)